Si correrà il 19 e 20 luglio prossimi il settimo appuntamento del Campionato Italiano Rally Storici. L’8^ edizione del Rally Due Valli Historic, accompagnata come di consueto dalla regolarità sport Due Valli Classic giunta alla quarta edizione, si preannuncia molto interessante e ricca, aggiungendo anche la validità per il Trofeo Challenge Autostoriche 2013 e per il Trofeo A112 Abarth. Regia, come lo scorso anno, di Aci Verona Sport, neo comitato organizzatore formato in seno all’Automobile Club Verona grazie alla collaborazione di più scuderie e realtà sportive della provincia scaligera.

Le iscrizioni si sono aperte il 19 giugno e si chiuderanno 12 luglio. Il fulcro della manifestazione, diversamente rispetto all’edizione 2012, si sposta da Soave ad Illasi, sempre nelle valli collinari dell’est veronese. Percorso in parte ridisegnato a partire dall’assetto dello scorso anno, con qualche variante e qualche ripescaggio di prove speciali classiche di questa corsa. Il percorso sarà di 252km complessivi, di cui oltre 80km di prove speciali. Le piesse in programma saranno 9 in totale, quattro da ripetere due volte e una prova singola a concludere l’evento, nei pressi degli headquarters. Partenza e arrivo saranno infatti ospitati in Piazza della Libertà ad Illasi mentre la direzione gara e la sala stampa saranno allocate del Municipio poco distante.

Per gli appassionati e i piloti del rally storico si tratta di un percorso molto interessante. Salve le prove di “Rio Albo” (6,67km) e “Roncà” (7,49km), rivisitazioni dal percorso 2012, sono state infatti aggiunte le bellissime “Rancani” (10,87km) e “Cà del Diaolo” (13,51km), prove speciali difficili, tecniche che costringeranno a continui cambi di ritmo e si faranno sentire sulle braccia al termine. La “Cà del Diaolo”, soprattutto, è un nome storico e attesissimo di questa manifestazione, e in questa versione si concluderà dopo la lunga discesa che da Sprea porta proprio in Loc. Ca del Diaolo, poco sopra Badia Calavena. Da non dimenticare la prova di chiusura, la “Città di Illasi” (3,75km) poco più che una prova spettacolo, in cui, come disse qualche anno fa anche Markku Alen «è più facile perdere il rally che vincerlo».

«Abbiamo deciso di rivedere il percorso» ha detto Pietro Zumerle, presidente Aci Verona Sport «sia per ragioni di sicurezza, sia per evitare il più possibile i centri abitati e quindi non arrecare disagio agli abitanti interessati dal passaggio della manifestazione oltreché agli operatori turistici e commerciali. Dopo il buon successo del rally moderno lo scorso novembre, abbiamo replicato il team di lavoro anche sull’Historic. L’obiettivo è quello di migliorare l’edizione dello scorso anno, restituendo identità storica a partire da comuni che hanno sempre ospitato la gara, utilizzando la manifestazione valida per il CIR storico anche come test per valutare la ricettività e i servizi nell’ottica del TRA e finale Coppa Italia che l’Automobile Club Verona ospiterà a fine anno con il XXXI Due Valli»

Verifiche sportive e tecniche previste per venerdì 19 luglio (regolamentate dalle ore 16:00 alle ore 21:30) mentre la partenza della manifestazione sarà data sabato 20 luglio alle ore 9:00. Non ci sarà quindi nessuna prova speciale prologo il venerdì sera come accaduto nella precedente edizione. Arrivo alle 18:30 ed esposizione delle classifiche ufficiali entro le ore 20:00.

La regolarità sport Due Valli Classic partirà come di consueto in coda al rally storico e percorrerà lo stesso identico percorso, senza variazioni. Da non sottovalutare, soprattutto per il pubblico, il grande spettacolo offerto da questa specialità lungo le prove speciali dato che, non avendo l’assillo della velocità, i regolaristi si lasciano spesso andare ad una guida più funanbolica.

Contestualmente alla gara saranno organizzati anche due momenti conviviali. Il primo sabato 13 luglio, denominato “SanGioRally” a San Giovanni Ilarione con filmati, anteprime editoriali e animazione musicale. Il secondo nella serata di venerdì 19 luglio a Illasi al termine delle verifiche come gustosa attesa del via della manifestazione.