Oltre ogni aspettativa il numero degli iscritti alla terza edizione del Rally Lana Storico che totalizza quasi centocinquanta adesioni tra rally, regolarità ed all stars. Un successo che premia il lavoro degli Organizzatori, i quali hanno proposto una gara che già sta riscuotendo ampi consensi per il percorso molto tecnico, ma anche facile da provare. Ai tanti equipaggi piemontesi, si aggiungono quelli provenienti da altre dieci regioni italiane oltre ai quattro stranieri che arrivano da Uruguay, Scozia e Svizzera.
Il richiamo dato dalle tante validità ha avuto il suo effetto: il quinto appuntamento del Campionato Italiano vede presenti i primi cinque della classifica provvisoria a partire dal leader Matteo Musti, qui in coppia con Claudio Biglieri sulla Porsche 911 Sc Gruppo 4 che cercherà di allungare su Nicholas Montini e Michele Ognibeni (Porsche 911 RSR Gruppo 4) ora a quattro punti e su Lucio Da Zanche che torna a Biella dopo il secondo posto dello scorso anno, in coppia con Giuseppe Mancuso sulla Porsche 911 RSR. A dar loro filo da torcere ci proveranno sicuramente i vincitori della scorsa edizione Davide Negri e Roberto Coppa in gara con una Porsche 911 SC col numero 1 sulle portiere, ma anche l’altra 911 SC del Campione uruguayano Gustavo Trelles che torna a Biella affiancato da Jorge Del Buono. Dopo l’avvincente sfida del Campagnolo, si rituffano nella mischia del Campionato “Lucky” in coppia con Luigi Cazzaro sulla Ferrari 308 GTB e Andrea Zivian e Fabio Ceschino con l’Audi Quattro. In gara per la Coppa Porsche-Michelin, ma con un occhio anche al Campionato i Porschisti Marco Savioli-Alessandro Failla e Riccardo Andreis-Stefano Farina entrambi sulle 911 RSR, mentre da seguire attentamente sarà la gara di Elwis Chentre con la Porsche 911 Sc, navigato da Andrea Canepa. Non mancherà di dare spettacolo il “padrone di casa” Federico Ormezzano in coppia con Alberto Mello sulla sua Talbot Lotus Gruppo 2 con la quale, siamo certi, delizierà il numeroso pubblico presente lungo le cinque prove speciali.
Di spessore anche le presenze di vetture “due litri” con le Ford Escort RS Gruppo 4 degli Scozzesi Guy-Bell, di Fioravanti-Torricelli e Astesana-Santini contrapposti alle Gruppo 2 di Elia-Zanella, Vicario-Frasson, ma anche alle Opel Kadett Gt/e di Cattilino-Migliorini, Ferron-Ferron e l’Ascona SR dei rientranti Cedrati-Perazzi. A tenere alto il marchio Lancia ci penseranno Gobbi-Valloggia con la Stratos mentre si preannuncia interessante la sfida tra le più datate vetture del 1° Raggruppamento con l’Alpine Renault A110 dei veloci Capsoni-Zambiasi a cercare di prevalere sulle Porsche 911 S di Parisi-D’angelo, Ubertino-Scardoni e Morando-Baldi.
Anche nelle classi minori sono numerosi gli elementi che promettono agonismo e spettacolo: la numerosa 2-1150 del 3° Raggruppamento presenta la sfida tra le A112 Abarth iscritte anche al Trofeo omonimo e quelle dei piloti locali che non hanno aderito alla Serie Ufficiale; dovranno però vedersela anche con la Fiat 127 di Arrigo-Moncada ma soprattutto con quella dei veloci Cravero-Ricca.
Soddisfazione anche per il numero delle autoclassiche che dopo aver stentato nei precedenti appuntamenti, a Biella si contano nel numero di dodici tra le quali non passeranno inosservate le Lancia Rally 037 di Brazzoli-Barone e di Del Rosso-Cereia Varale, ma non da meno saranno la BMW M3 di Piantanida-Testori, la Lancia Delta Integrale di Sala-Garella, la Mazda 323 di Mosso-Tesi e la Peugeot 309 Gti del locale Omar Bergo in coppia con Maria Rita Allione.
In buon numero anche le vetture iscritte alla regolarità sport con un variegato elenco che contempla tutte le divisioni dalla prima all’ottava, con vetture come dalla piccola Fiat 850 Sport, alle potenti Porsche 911, Talbot Lotus e Ford Escort Rs. Con una Lancia Fulvia HF torna a Biella lo specialista Mimmo Raimondi che si candida come favorito per la vittoria.
Infine, una dozzina di equipaggi iscritti alla categoria All Stars chiuderà la manifestazione percorrendo le speciali chiuse al traffico con vetture in allestimento “corsa” ma senza alcun rilevamento cronometrico o tempo imposto: per loro solo il piacere di godersi il percorso e le ovazioni del pubblico che non mancherà di incitare il locale Giampiero Bagna che ricompone l’equipaggio assieme ad Emanuele Sanfront e la Lancia Fulvia HF splendidamente conservata nell’allestimento degli anni ’70.
Non rimane che attendere le ore 18.30 di venerdì 14 giugno quando avranno inizio le operazioni di verifica presso l’Agorà Palace, le sportive, e in via Aldo Moro le tecniche che si protrarranno sino alle 23 per riprendere alle ore 7 di sabato 15; il termine è previsto per le 10.30 e alle 12.00 verrà dato il via alla prima vettura da Piazza Cisterna che farà ritorno al parco riordino presso il Centro Commerciale “Gli Orsi” dalle ore 18.06 dopo aver disputato le prime quattro speciali. Ripartenza domenica 16 dalle ore 9.00 per affrontare le restanti sei prove ed arrivo previsto per le ore 17.08 al quale, sempre presso il Centro Commerciale, faranno seguito le premiazioni degli equipaggi