Dopo l’uno-due di Vicenza e Brescia, il Trofeo A112 Abarth si è preso il meritato riposo ed è ora pronto per sbarcare a Biella dove il Trofeo degli anni ’70 e ’80 scrisse pagine indimenticabili.

Nonostante il difficile momento economico che tiene lontani diversi equipaggi dalle corse, sono nove gli equipaggi che hanno risposto all’appello, tutti provenienti da fuori regione tranne uno.

Come da tradizione partiranno in ordine di classifica: il primo equipaggio a lasciare la pedana sarà quello formato da Lisa Meggiarin ed Anna Ferro attuali capoclassifica dopo le prime tre gare che saranno seguite dai toscani Francesco Mearini e Massimo Acciai, al rientro dopo la pausa di Brescia. Tornano in gara anche i vicentini Giorgio Santagiuliana e Matteo Zoso a caccia del secondo successo stagionale, ma tutti dovranno vedersela con Filippo Fiora e Luigi Cavagnetto che giocando in casa godono dei favori del pronostico.

Entusiasti della prima partecipazione ad una gara di Trofeo, i sardi Franco e Nicolino Catgiu ci riprovano ed affrontano la lunga trasferta per unirsi al gruppo.

Quattro gli equipaggi in lizza con le vetture di “Gruppo 1” con Paolo Piacentini ed Elena Tiberti che arrivano a Biella per puntare alla terza vittoria di categoria della stagione, ma dovranno vedersela con i veneti Giuseppe Cazziolato ed Aldo Gecchele, secondi in classifica, col fiorentino Andrea Quercioli in coppia con l’astigiano Giorgio Severino e con la coppia veronese formata da Claudio Paride Furlan ed Maurizia Gisaldi.

La gara si svolgerà su dieci spettacolari prove speciali per oltre cento chilometri cronometrati suddivisi in due giorni; si parte sabato 15 giugno alle 12.00 e l’arrivo è previsto dalle 17.08 di domenica 16.