Una mattinata ricca di emozioni quella dell’8° Rally Due Valli Historic. Sulle prime quattro prove speciali il leader è cambiato per ben tre volte, e la battaglia non è ancora conclusa. In testa al momento c’è il biellese Davide Negri, navigato da Marco Zegna, con la Porsche 911 preparata da Domenico Guagliardo. Il mattatore delle ultime due gare della serie tricolore, per la prima volta a Verona, ha indovinato soprattutto l’ultima prova, la “Ca del Diaolo”, dove è riuscito a dare una zampata alla classifica, arrivando sino alla vetta.

Al secondo posto il leader di campionato, Matteo Musti, a +3.4 secondi (Porsche 911/Piloti Oltrepo) che ha mantenuto un’andatura costante e consistente durante tutte le prove, riuscendo a vincere il crono di apertura, la “Roncà”. Ottimo anche Alberto Salvini, terzo a +4.2 secondi (Porsche 911/Rally Club Sandro Munari), anche lui, come Musti, sulle Porsche preparate dai Balletti. La coppia viaggia su tempi molto vicini, tant’è che sono staccati di soli 8 decimi. Quarto è “Lucky” Battistolli (Ferrari 308/Palladio). Il vicentino, che è staccato di +4.3 secondi da Negri, è stato penalizzato da un testacoda sulla prova di apertura, e poi è partito all’attacco, vincendo sia la “Rio Albo” che la “Carbonari”. Sono questi, al momento, i piloti che si giocano la gara, anche se ancora tutto è possibile.

Quinto è Da Zanche (Porsche 911/Piacenza Corse) a +14.2 mentre sesto è Nicholas Montini (Porsche 911/Team Bassano), staccato di 28.8 secondi dalla vetta. Il primo dei veronesi è Riccardo Andreis (Porsche 911/Car Racing), rallentato da un testacoda ad alta velocità sulla “Rio Albo” che si è concluso fortunatamente senza conseguenze. Al momento è settimo a +58.2.

Fra le A112 non finiscono le sorprese. Dopo il ritiro di Lisa Meggiarin al termine della prima prova speciale per problemi meccanici, in testa si sono scambiati Panato (Team Bassano) e Cordioli (Scaligera Rallye) entrambi out per incidente, senza conseguenze per gli equipaggi. Giorgio Santagiuliana a questo punto è in testa in solitaria, con meno di due minuti di margine su Piacentini (Team Bassano).