Dopo la lunga sosta durata più di due mesi, complice anche la rinuncia da parte degli organizzatori del San Martino di Castrozza, il Trofeo 3 Regioni si rimette in moto per un finale di stagione che si preannuncia elettrizzante. L’imminente Coppa Città di Bassano che doveva chiuder la serie, diventa la penultima gara visto l’inserimento in extremis del Revival Valpantena quale sostituto della gara trentina e vedrà al via una quindicina d’equipaggi tra i quali sono presenti quattro dei primi cinque della classifica provvisoria. Il maggior coefficiente assegnato alla gara bassanese e lo scarto di un risultato da parte di chi avrà corso tutte le gare, rende incerto l’esito per la vittoria finale che, verosimilmente vedrà Maurizio Senna, Paolo Veronese e Pietro Iula giocarsi il tutto per tutto nel rush finale da qui al 19 ottobre quando si conosceranno anche gli esiti dell’ultima gara.

Spicca l’assenza di Giordano Mozzi al quale solo la matematica lasciava una effimera speranza di successo finale; saranno però presenti i piloti nelle posizioni di rincalzo che cercheranno di risalire in classifica e di puntare al gradino più basso del podio.

Oltre a Senna su BMW 2002 Ti in coppia con Emanuele Suardi attualmente leader, ci saranno in gara Paolo Veronese in coppia col figlio Sergio su Innocenti Mini Cooper ed i terzi della provvisoria Pietro Iula e William Cocconcelli sulla Porsche 911. Presenti i quinti assoluti Giuliano Brentegani e Manuel Prolunghi con la BMW 318i, Daniele Carcereri ed Alessandro Pediti con la Fiat 124, sesti; attualmente settimi ma decisi a ben figurare sulle strade si casa, Enzo Scapin ed Ivan Morandi si affidano alla Lancia Beta Montecarlo.

Di rilievo la presenza dei portacolori del Progetto M.I.T.E. che a Bassano schiera ben tre equipaggi, nell’ordine: Sandro Martini che sarà navigato sulla fiat Uno 70S da Sonia Cipriani; sarà poi la volta delle due Autobianchi A112 Abarth di Adriano Pilastro in coppia con Enrico Mussinelli e di Lorenzo Franzoso con Claudio Pizzuti.

In gara anche la Porsche 944 di Gianni Franchin e Leonardo Dalla Rosa, l’Opel Ascona Sr di Cesare ed Alessando Sponda, Roberto Chiaro e Moreno Carraro con l’Alfa Romeo Alfetta GTV, Gianantonio Dalle Carbonare e Loredana Taurino su Fiat 124 Abarth; stessa vettura per Massimo ed Andrea Dasara, mentre con una Lancia Fulvia Zagato, la più datata del lotto saranno in gara Remo Paro e Clemente Palù.

La gara entrerà nel vivo nel pomeriggio di venerdì 4 ottobre con le operazioni di verifica seguite dalla cerimonia di partenza a Bassano del Grappa. Arrivo previsto sabato 5 dalle ore 16 in Piazza San Marco ad Enego.