Cari lettori, a pochi giorni dal Rally della Lanterna abbiamo sentito il vincitore Luca Pedersoli, che ricordiamo, correva sulla Citoren C4 WRC targata Dmax Racing e navigato da Matteo Romano.
Un pilota che ha saputo far venire la pelle d’oca al numeroso pubblico. Ha saputo divertirsi e ha fatto divertire, regalando passaggi davvero spettacolari.

Pede, ripensando alla gara cosa ti senti di dire?

«È stata una gara molto bella e combattuta. Una gara difficile che sarebbe stata combattuta fino all’ultima prova speciale se Signor non avesse rotto il motore. Ci sarà tempo per le prossime gare per altri duelli avvincenti ed è molto bello avere avversari validi come Sassella, Signor, Porro e presto vedrete che si inserirà anche Miele».

Come ti trovi alla Dmax Racing?

«Ho trovato in Max Beltrami una persona splendida che ama veramente I rally. Un appassionato vero e nei ragazzi della D-Max, degli amici con i quali condividere dei momenti stupendi».

Secondo te il passo dei piloti rispetto qualche anno indietro è cambiato?

«Sicuramente l’arrivo di Signor e di Sossella che ha vinto più volte l’IRC ha alzato molto il livello del campionato italiano. Quest’anno è molto combattuto e lo sarà fino alla fine, Signor è un giovane che ha molte potenzialità e presto otterrà grandi risultati. Ormai nei rally è in atto un cambio generazionale e un giovane come lui che sale su una wrc e va subito forte, fara’ parte del futuro dei rally in Italia. Andare col S2000 è una cosa, col WRC un’altra! Comunque Sossella Gran Manico…».

Intervista di Christian Basini

Copyright © Rally.it: puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale.