Equipaggio: 59 – Federico Tesio/Nicolò Gonella

Evento: 18° Rally Colli del Monferrato e del Moscato

Vettura e risultato finale: Fiat Panda (Classe A5); 30° assoluti, tempo 20:40.9

11015776_1592080901003889_657355877_n

di Nicolò Gonella

“Sarà che era la prima, sarà che è solo il giorno dopo, sarà che sono passate solo poche ore però ricordo ogni minuto di questa fantastica avventura. Questa gara per me è iniziata quando è arrivata la notizia che sarei riuscito finalmente ad indossare quel casco e quella tuta che ho visto per tanti anni addosso ai tanti piloti e navigatori in giro per l’Italia e non solo.. Era decisamente sentita per me questa gara perché era quasi la gara di casa e un debutto qui ha quel sapore quasi casalingo!! Già con la pubblicazione dell’elenco iscritti capimmo che comunque sarebbe stata dura.. Ben 14 macchine in classe con dei piedoni niente male.. Sarebbe stata dura, ma è giusto così!! Il weekend entra nel vivo sabato mattina, quando si inizia a sentire l’odore di benzina e vedere le vetture passare su strada.. Ecco, il “classico” weekend rallystico!! Weekend bagnato secondo le previsioni ma che, fino alla sera del sabato, ha fatto ben sperare vista l’assenza della “bomba d’acqua” prevista dai meteorologi..

Si parte appunto al sabato mattino con le verifiche, sia sportive che tecniche.. Tutto nuovo per me che, essendo al debutto, ho dovuto prendere “dimestichezza” con tutta la documentazione richiesta dai verificatori. Passate le sportive ci spostiamo in assistenza per dare un occhiata alla vettura.. Attacchiamo gli adesivi necessari e ci dirigiamo alle tecniche.. Tornati alla zona assistenza facciamo sedile, cinture, verifica interfono e ultimo controllo al cric e vari strumenti per interventi veloci sulla macchina.. le previsioni prevedevano acqua e quindi abbiamo optato per saltare lo shakedown che si presentava totalmente asciutto; avremmo ripreso confidenza con il mezzo sulla prima prova di domenica.. Ultimi controlli e via verso le autorizzate.. 3 passaggi, piccole correzioni e via, pronti per la gara! Un saluto al pilota e l’appuntamento è per domenica mattina al parco partenza! Nottata leggermente insonne per via della tensione pre gara.. Prendo sonno e poco dopo è ora, suona la sveglia.. Guardo fuori e piove.. Tac, previsioni azzeccate.. Indosso l’abbigliamento da gara, prendo la borsa naviga e via, direzione Canelli..

La prima prova speciale

Arrivati giù vediamo subito che iniziano ad uscire dal parco i primi concorrenti e si dirigono verso la pedana di partenza! Entro nel parco e poso due cose in macchina, si scherza con i “colleghi” naviga e piloti e si sentono subito le classiche domande: “con cosa esci tu? RE?”.. “Qualcuno sa com’è la prova?”.. Bene, arriva l’ora X, si accende la macchina e dopo poco si va in pedana.. Presa la tabella ci dirigiamo all’assistenza.. Giusto 15 minuti per gli ultimi controlli e siamo pronti.. Usciamo e ci dirigiamo in prova cercando di scaldare un po’ le gomme (nonostante la pioggia) per non partite con gomme “gelate”.. Timbriamo e ci spostiamo allo start; consegno la tabella per l’orario effettivo e mi guardo intorno.. Vedo “solo” due cose.. Semaforo e pubblico.. Dico al pilota: “Fede, sai che mi vedo nel pubblico? Fino a ieri ero lì con loro..”! Bene, 10.. 5,4,3,2,1 e via.. Prova fatta cercando di non esagerare e riprendere il feeling con la vettura, ma comunque senza “dormire”.. Unica pecca l’aver trovato nel punto veloce in salita una macchina lenta (quattro frecce, quindi credo problemi) che ci rallenta e ci fa perdere un po’ di ritmo e qualche secondo.. Tra l’emozione della prima prova e il resto dimentico di prendere il tempo di prova quindi appena arrivati al fine non ho un mio riferimento.. Do un occhio ai tempi e siamo secondi di classe.. Direi molto bene!! Guardiamo i distacchi e vediamo che Torchio ci ha rifilato 16 secondi e sinceramente non capiamo dove possa essere passato.. Tempo pazzesco! Arrivati al riordino scambiamo due parole con gli amici che corrono, esce qualche battuta e “scopriamo” che Torchio aveva montato due 0 (Michelin) davanti e due RE dietro.. Conservativi un par de balle, il ragazzo ha accelerato fin da subito!! Usciamo dal riordino e andiamo all’assistenza.. Cerchiamo di capire che scelta fare di gomme perché sembra che stia incrementando la pioggia.. Scegliamo di mettere gli RE per andare più in sicurezza (prima intermedie)! Scaldando ci chiediamo se fosse stata la scelta più giusta perché la macchina muoveva tanto ed eravamo un po’ preoccupati per la prova..

11074301_1592080934337219_539915585_n“Mi raccomando eh, la sicurezza prima di tutto.. Però vincete!”

Solito timbro e ci prepariamo al via.. 5.4.3.2.1 e partiamo.. “Azzardiamo” un po’ di più in prova e riusciamo a togliere 7 secondi dal giro prima.. Alla fine la scelta non era così sbagliata.. Siamo terzi di classe.. Primo sempre quel piedone di Torchio e secondo Verna che ci da 2 secondi.. Soddisfatti della prova! Solita prassi, riordino e assistenza e si riparte.. Sempre stesse gomme! Capiamo che la terza è quella “decisiva”, dobbiamo farla bene.. Partiamo belli allegri e dopo circa un chilometro vediamo fermi i ragazzi che partivano davanti a noi (tra l’altro grandissimo dispiacere nel vederli fermi), stanno uscendo dalla macchina e il naviga mi fa segno “ok”, quindi procediamo con la nostra prova.. a metà prova siamo sotto di 3 dal giro prima, qualche rischio in qualche pezzo veloce ma volevamo fare bene.. Purtroppo un piccolo errore all’inversione e la macchina si spegne.. Perdiamo 6/7 secondi e ripartiamo.. Ultimo pezzo di speciale forse un po’ oltre il limite e la macchina in qualche curva muove un po’ troppo.. Arrivati a fine ps c’è un po’ di amarezza per l’errore ma siamo comunque partiti al mattino con l’idea di divertirci (anche se quando si mette il casco e si stringono le cinture il divertimento passa in secondo piano) e la prendiamo con filosofia… Prendiamo 7 da Verna che era il nostro riferimento per il secondo posto.. La classiche frasi: “eravamo più o meno sul suo tempo.. “Se non avessimo sbagliato..” Ma con i se e con i ma si fa bene poco.. Le gare sono così e si prendono come vengono.. Riordino e assistenza e sentiamo cosa dice il preparatore.. Vediamo cosa possiamo fare ma è comunque difficile e sopratutto non ci va di rischiare di far danni sull’ultima prova.. Quando stiamo uscendo dal parco arriva la frase dal nostro preparatore: “mi raccomando eh, la sicurezza prima di tutto.. Però vincete!”..

L’ultima prova speciale e il podio di classe

Consapevoli che le gare finiscono sulla pedana partiamo e vediamo comunque di fare una bella prova.. Una volta partiti vediamo che comunque la strada è decisamente più sporca quindi preferiamo non prendere rischi e “portarla” a casa intera.. Nonostante tutto giochiamo un signo Jolly in mezzo alle case e da lì decidiamo di andar su con un po’ più di calma! Arriviamo al fine prova e abbiamo comunque fatto il secondo tempo di classe ad 1 decimo o poco più da Torchio e abbiamo dato 5 a Verna.. Però non basta, con la regola dello scarto ci è davanti di ancora 4 secondi e quindi chiudiamo la gara al terzo posto di classe.. Riesco a portare a casa anche una coppa alla mia prima gara, cosa posso chiedere d’altro? Esperienza fantastica che mi ha regalato un sacco di emozioni che credo porterò con me sempre.. Ora pronto per un’altra avventura!

PS. È solo Lunedì, pensavo passasse più tempo e invece ho già voglia di rimettere il casco.. Che droga!

Nicolò Gonella

 

 

Un ringraziamento speciale a Nicolò che ci ha raccontato con pazienza ed entusiasmo la sua prima esperienza in gara. Speriamo di ospitare presto un suo nuovo intervento, con l’augurio di una brillante carriera rallistica. L’appuntamento con il Diario dell’Equipaggio è per il prossimo weekend, per partecipare basta contattarci alla pagina Facebook di Rally.it, sul forum o sul profilo personale del firmatario (Luca Piana).

Copyright © Rally.it: puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale.