Ancora pochi giorni utili per iscriversi alla quarta edizione del Rally Dolomiti Historic e all’ annessa regolarità sport Dolomiti Revival che si svolgeranno ad Agordo da venerdì 29 a sabato 30 maggio prossimi. C’è infatti tempo sino a lunedì 25 maggio per inviare i moduli di iscrizione e sono già soddisfacenti le adesioni pervenute e quelle che sono in arrivo dalle maggiori scuderie della zona.

Uno dei grandi motivi d’interesse è dato dall’attesa di vedere all’ opera il vincitore del Rally Storico Città di Adria, Matteo Luise, il quale grazie all’accordo tra i due Organizzatori, vincendo la gara polesana dello scorso marzo, si è aggiudicato l’iscrizione al Dolomiti che affronterà nuovamente alla guida della performante Audi Quattro Gruppo B utilizzata sulle strade di casa. Dovrà però vedersela con altri agguerriti pretendenti al successo finale tra i quali il vincitore della prima edizione, Giampaolo Basso su Porsche 911 RSR e quello della terza, Roberto Montini anch’ egli su Porsche 911 ma in versione SC e non saranno solo i candidati alla vittoria assoluta ad animare la gara visto che si contano anche un buon numero di conduttori in lizza per il Campionato Triveneto Rallystorici del quale il Dolomiti Historic sarà la quarta gara stagionale. Puntata numero quattro anche per il Trofeo Tre Regioni che riporterà i maggiori protagonisti della regolarità sport sulle spettacolari strade dell’Agordino e della Valzoldana, regalando agli equipaggi un panorama che non ha pari, oltre al divertimento della guida sulle quattro diverse prove teatro della gara: “San Tomaso”, “Passo Duran”, “Digoman” e l’inedita “Valfiorentina”, quest’ultima breve ma spettacolare e che nel suo unico passaggio assegnerà al più veloce del Rally il “Dolomiti Motors Hero”, premio speciale che verrà conquistato anche dall’ autore del rilevamento più preciso tra i regolaristi. Da ricordare per il rally, anche il premio speciale messo in palio da Giampaolo Basso per ricordare il suo navigatore Paolo Scattone prematuramente mancato lo scorso novembre e col quale si aggiudicò l’edizione 2012.

Nomi importanti anche per il Dolomiti Revival al quale non mancheranno  il lodigiano Maurizio Senna, che come Luise si è aggiudicato l’iscrizione gratuita grazie al successo al Revival del Pane, i bolognesi Mauro Argenti e Roberta Amorosa, e i mantovani Giordano Mozzi e Stefania Biacca, vincitori nel 2014; annunciati anche due equipaggi stranieri: uno dalla Poloniz, l’altro dalla Repubblica Ceca.

I comunicati stampa non riflettono necessariamente le idee della redazione di rally.it, pertanto non ce ne assumiamo la responsabilità. Per comunicare con il responsabile del comunicato stampa contattateci, vi forniremo le indicazioni necessarie per comunicare con il relativo ufficio stampa.