Il Rally d’Australia ha mantenuto le aspettative, siamo solamente alla 3 Prova Speciale, gara molto difficile ed impegnativa per il fondo molto scivoloso con molta ghiaia e polvere. I primi a passare sulle prove speciali hanno davvero ragione “a lamentarsi” del grip decisamente scarso. Grande attacco delle Hyundai con Sordo e Paddon in testa alla competizione, 3 Meeke. Poi a seguire 4 Mikkelsen 5 Tanak 6 Latvala ovvero più o meno la lista partenti all’inverso. Sotto tono Neuville solamente 7 con un set up in sottosterzo accentuato, differente dai compagni di team ( allora è proprio vero quel che si mormora nell’ambiente ) 8 Ogier in veste di soazzino per la compagnia ma sembra molto meno lamentino in confronto ad altre gare, più ne avrebbe ragione meno dice. 9 il giovane francesino del momento Lefebvre che fino a ieri non sapeva neppure di dover correre al suo primo rally su terra e 10 Evans con un set up decisamente sbagliato, ma senza tempo per poterlo modificarlo a dovere che lo fa tribolare non poco. Si vede la mancanza di test pre gara e quando ci si deve fidare quasi ciecamente dei propri ingenieri.

Ogier : ho poche cose da dirvi, stiamo vuaggiando davvero al limite ad ogni metro, comunque perdiamo del tempo e non ci possiamo fare nulla. NON c’è una ragione plausibile di essere trattati in questa maniera, non siamo in un casinò a giocarci la fortuna, siamo a un rally ! Non posso dare di più sono veramente al limite e perdo comunque tempo.
Latvala : al secondo passaggio è ancora molto scivolosi, credevo meglio, è la peggiore prova speciale. C’è una spece di polvere sulla strada molto scivolosa.
Mikkelsen : cerco di seguire il ritmo, è stato davvero strano a metà prova, tutto assieme ho perso il grip non avevo più direzionalità. Il chrono è ok molto simile ai ragazzi davanti, è molto difficile poter fare la differenza in una speciale cosi particolare.
Neuville : ho cercato di attaccare, ho corretto molto le mie nite in rapporto al primo passaggio in questa speciale e ho anche fatto qualche cambuamento sul set up della vettura.
Evans : cerco di trovare un buon ritmo di guida ma sembra che non ci sia alcn grip su queste strade. Mi sono trovato in una situazione davvero difficile, scivola dappertutto.
Meeke : ho fatto qualche errore di traiettoria soprattutto nelle curve lente. Se si perde la traiettoria ideale si perde anche molto tempo.
Tanak : cimsiamo trovati molto male soprattutto nella prova precedente, senza grip fare un testacoda è molto facile in questo momento.
Sordo : la prova era molto scivolosa soprattutto verso la fine, ho cercato di attaccare fiete ed è andata bene. La prossima speciale sarà ancira peggio molto scivolosa.
Paddon : ho avuto l’impressione di aver persino bucato, ma per fortuna non era vero. Il bilanciamento della vettura non va bene, non mi ci trovo per nulla.
Lefebvre : scivola molto e ho delle grosse derive dappertutto, perdo molto tempo in tutte le parti veloci lasciando la giusta traiettoria.

Tutti si lamentano di quello che già sapevano, le pietre sono rotonde e con la polvere fanno scivolare le vetture fuori traiettoria, facendo prendere qualche paura di troppo ai concorrenti.
Io la vedo cosi, i forti son sempre forti e al giusto momento accelerano per bravura mestiere e sofferenza stringono i denti fino a romperli, ma alla fine sono sempre li in cima sono sempre loro i più bravi. Gli altri ? Gli altri devono imparare, qui e là ci fanno anche vedere che iniziano ad utilizzare sia piede che culo oltre che a imparare mestiere, poi però si perdono e retrocedono, così va la vita. I più bravi di questi ovvero i meritevoli saliranno faranno stancare quelli in cima e la vita continua.

image

Copyright © Rally.it: puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale.