Tornato questa notte dal Catalunya, dopo 5 giorni di rally gara e amicizie, il rally spagnolo a me piace ho fatto le ricognizioni per sfizio, sia la terra che l’asfalto e sono tanta roba.
Non parliamo dei big perchè ne parlano già tutti, se le sono date di santa ragione per tre giorni interi senza esclusione di colpi. Tutti hanno fatto i loro errori chi veniali e chi mortali, capita e sempre capiterà. All’ultimo ho deciso di perdermi la power stage per essere al palco 300 m. più avanti non so perchè, è noioso però cerchi di scambiare due parole con gli equipaggi che hanno ancora l’adrenalina della gara negli occhi, e non sanno neanche loro cosa dirti, girano in un recinto per pecore, guardano questo mini schermo dove di solito “pure controsole” cercano di vedere gli Split intertempi e il finale. Ovvero posso restare ancora un giro oppure me ne devo andare ?

Poi succede l’imponderabile, siamo li che viviamo un momento di vita reale al rallenti con la slow motion, ma non siamo spettatori ci siamo dentro.
Nessuno sa cosa stia succedendo ma tutti comprendiamo che è un momento topico il fattaccio è successo. Qui vengono fuori i caratteri, che alla fine sono tutti molto simili, perchè il politicamente corretto lo hanno buttato nel cassonetto, tutti corrono non dicono nulla si guardano ma stanno comprendendo, tutti sono uniti da fulminei colpi d’occhio flash di concitazione, la confraternita di tutti gli altri esplode !!!

Ogier ha picchiato a circa 4 km. dal fine prova, nel frattempo Andreas e Ole arrivano allo stop, e rivivono al contrario lo sgarro Svedese quando Seb e Juju vinsero al loro posto. Mikkelsen chiede due o tre volte se è vero perchè non ci crede, poi si esalta piange ride e finalmente sa di aver vinto è tutto un’esternazione pubblica, Floene invece con ancora il casco in testa ha un momento intimo tutto suo chiude gli occhi poi li strizza non sa se piangere o tirare un porco liberatorio, forse qualcosa lo ha detto per davvero a Odino il Dio Vikingo.

Vicino a me c’è una signora norvegese, che se non la tengo su mi sviene, credo mi abbia detto sia una zia, evito la respirazione bocca a bocca “era buona nel 1985” oggi fa tenerezza perchè il suo nipotino ha vinto il suo primo Wrc. E gli altri ? Gli altri sono tutti come impazziti ufficialmente perchè salgono di una posizione, Latvala che si mangia le dita perche dopo sabato anche stamattina ha fatto un errore forando che gli è costato molto caro, Sordo è terzo in mezzo ai fans più stretti con stuolo di iper fidanzate, prima salta sul cofano poi sul tetto e visto che li vicino c’è un casottino si erge a duce, facendo cantare tutti, sembra quasi abbia vinto lui da tanto è felice. I due Citroen portano a casa un bottino di +3 a confronto Hyundai cosi si potranno giocare tutto in Galles per il Marche e magari convincere qualcuno che tanto malaccio non sono. Tanak mesto va via, Evans come Kubuca e Neuville non si erano neppure fermati dopo lo stop, non è stata gara per loro e proseguono leccandosi le ferite anche sulle carrozzerie rotte dagli ultimi incidenti.

Nel trambusto passa il tempo e da li a poco passano le piccoline e io da italiano ho un pò di ragazzacci da rimarcare, finalmente sono davvero “tronfio e orgoglioso” con :
Fabio Andolfi-Simone Scattolin sulla Peugeot 208 R2 sono 20 si Ventesimi Assoluti 1 di RC4 e 3 nel Wrc-3, che tempi stratosferici e che garone hanno fatto, mai una sbavatura !
Simone Tempestini-Matteo Chiarcossi su Citroen Ds3R3T 21 Assoluti e 3 di RC3,
Damiano De Tommaso-Massimiliano Bosi sulla Peugeot 208 R2 sono 24 Assoluti e 2 di RC4,
Poi giovani non sono ma nemmeno da buttare via, come si dice del maiale teniamo tutto :-) dobbiamo festeggiare Enrico Brazzoli-Maurizio Barone sulla Subaru N4 che sì sono 35 Assoluti, ma soprattutto hanno Vinto il Produzione in N.4 che dire come primo anno hanno imparando alla grande anche da un innocuo capottone allo shake down.

Italiani brava gente, si ma soprattutto a pigiare i pedali e a menare il volante nel modo giusto. Grandi bravi e fortissimi, perchè quando si fanno risultati del genere possiamo solo che gioire.

Copyright © Rally.it: puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale.