Come si diceva una volta, “i Contratti son fatti per essere stracciati”.
Puoi scriverli al meglio, ma se poi le persone non vogliono che le cose non funzionino, non ci puoi più fare nulla.

A fine 2012 Thierry Neuville sembrava giubilato dalla Citroen, non faceva neppure test in previsione del prossimo Rally di Montecarlo.

Poi tutto si sistema, Nasser Al Attiyah ci mette lo sponsor e Malcom Wilson macchina e team. Il 2013 sembrava dovesse essere un anno di transizione buttato li tanto per non uscire dal giro, invece il belga ha fatto una gran bella stagione nel Wrc, forse la sua più convincente sino ad ora.
Verso fine anno l’accoppiata vincente, non i belgi ma il qatariano e l’inglese, riescono a posizionare i ragazzi belgi di buone speranze in Hyundai per ben tre anni con cifre da capogiro, commissioni e penali, tutto quello che ci vuole.
Ora tante delle clausole non sono state rispettate, andando avanti forse da nessuna delle due parti sia il team che il driver, come in un amore ormai “scoppiato” non stiamo più a vedere di chi è stata la colpa. Parole al fiele sono state dette e sgarbi sono stati fatti, dal non far guidare un’auto nei test a non eseguire richieste di regolazioni, per non parlare della retrocessione, di cui non voglio entrare nel merito. La nuova i20 wrc sarebbe dovuta arrivare a inizio anno poi verso aprile poi slittata a giugno, no no è confermato per la germania, poi si salta direttamente a gennaio 2016 perdendo ancora un anno, e qualcuno mormora che non ne sono più tanto certi visti i ritardi, solo in due vetture ( chi le porterà al debutto ? ). Forse avranno anche le loro buone ragioni non lo metto in dubbio, ma l’equipaggio non si sente più seguito come una volta, o forse erano abituati in differente maniera sia in Citroen che in M-Sport, se poi ci mettiamo che uno dei capi tecnici come l’italiano Frison se ne parte e tutto tace, qualcosa non sta più andando come si deve. In Spagna volevano recuperare punti su Citroen e invece ne hanno ulteriormente persi.

Sul versante francese tra Citroen e il britannico di ormai 36 anni la storia non è così complicata, Meeke ne ha combinata qualcuna di troppo e Matton non è più disposto a farsi torcere altre scocche. Si è vero ha anche vinto in Argentina, lui si è trovato al posto e momento giusto quando i tedeschi hanno avuto una defaillance tecnica con qualche ritiro di troppo, ma prima e soprattutto poi ne ha fatte di bestialità.

Stop amore finito per tutti e in questi casi l’erba del vicino è sempre più verde, ma i contratti prevedono commissioni e penali, quello che mi domando, se in Hyundai giubileranno Neuville con un anno in anticipo chi le pagherà ? Perchè statene certi a Nasser e a Malcom poco importa delle beghe interne di Hyundai con Neuville e Penasse, come di Citroen con Meeke e Matton, a loro interessano i soldi che poi non sono neppure pochi visto che si parla di 7 cifre. In Spagna è stato visto Meeke aggirarsi in zona coreana ed è scoppiato il putiferio.

Volete fare lo scambio ? Bene tanto per restare in tema, mettete qui il tappeto e li cammello poi fate quello che volete. Ribadisco ma chi paga ?

Copyright © Rally.it: puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale.