Dodici mesi dopo aver segnato la sua prima vittoria sull’asfalto nel Rally di Francia del Wrc in Alsazia, Jari-Matti Latvala è tornato a ripetere l’impresa sulle strade della Corsica.
 
Se il successo dello scorso anno arrivò in Alsazia, la vittoria di oggi al Rally di Francia è stata in Corsica dato che l’evento della FIA World Rally Championship è ritornato sull’Isola di Napoleone dal 2008.

Latvala è diventato il secondo finlandese a vincere questo Rally nell’Isola del Mediterraneo, con le vittorie di Markku Alén nel 1983 e 1984. Dopo aver preso l’iniziativa verso la fine della seconda tappa di Sabato, ha chiaramente tirato nelle tre prove speciali finali di domenica andando a vincere per 43.1sec sulla Volkswagen Polo Wrc.

La grande e bella Sorpresa è quella che troviamo tra i primi in Classifica il driver del Galles Elfyn Evans, che ha combattuto come un leone fin dall’inizio prima portandosi in testa e poi resistendo alla sfida lanciatagli da Andreas Mikkelsen, forse un pò troppo in ritardo, per cercare di garantirsi una seconda posizione con la sua Ford Fiesta RS da soli 3.2sec.

Il leitmotiv sono state le forti Piogge torrenziali e i conseguenti danni delle alluvioni che hanno costretto la cancellazione di due delle nove prove speciali, sempre la stessa la n.2-4 per quasi 90 km.
Le strade di montagna tortuose su un asfalto datato e molto strette erano perfidamente viscide dopo le tempeste di mercoledi e giovedi, per molti dei concorrenti la sopravvivenza cercando di arrivare in fondo è stato il solo scopo nell’effettuare la 1 tappa di inizio del Venerdì.

“Non abbiamo dovuto spingere al massimo in qualsiasi momento, ma abbiamo dovuto guidare molto concentrati e in modo impeccabile oltre che in condizioni davvero difficili. Dopo aver vinto l’anno scorso, ora ho bissato in Corsica ed è importante per me il poter dimostrare che posso essere competitivo su tutte le superfici, “ha detto Latvala.

La sua vittoria è stata particolarmente dolce dopo il grave incidente causato durante il test pre-evento della sua squadra, che ha costretto la sua squadra di fermare i suoi preparativi, soprattutto annullando i test per i suoi due compagni di Team.

Kris Meeke è riuscito a tenersi fuori dai guai per mantenere un’importante quarta posizione con la Citroën DS 3, davanti a Hayden Paddon. Il Kiwi smentiva così la sua mancanza di esperienza sull’asfalto, salendo dalla 15 posizione nella prova speciale di apertura di Venerdì, per poi passare Mads Ostberg nella penultima tappa e rivendicare una quinta posizione con la Hyundai i20 wrc.

Dani Sordo ha guadagnato quattro posizioni solo la domenica per riuscire a finire settimo, mentre continuava il suo recupero dalla foratura di Venerdì nella prova Tre, terribile per lo spagnolo vedere che senza questo distacco da rottura del cerchio sarebbe potuto arrivare tranquillamente 2 nella Generale. A seguire nell’ordine di Classifica troviamo le Tre Fiesta RS Wrc di Bryan Bouffier, Stéphane Sarrazin e Ott Tanak che completano la classifica.

Robert Kubica ripartito dopo la doppia foratura/rottura cerchio che lo ha fatto ritirare il Sabato è riuscito a prendere due punti di bonus la Domenica facendo segnare il secondo posto nella Power Stage trasmessa live dalla TV Canal+

Ora il campionato si dirige al Rally RACC Catalunya – Costa Daurada in Spagna per il penultimo appuntamento il 22 – 25 ottobre l’unico evento di superficie mista della stagione, con tappe in asfalto e una con prove soeciali in terra e anche miste.

Copyright © Rally.it: puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale.