Il driver piacentino, fresco vincitore del Campionato Italiano Regolarità Autostoriche, si impone sulle strade varesine della 2° Rievocazione Storica Rally Aci Varese a bordo della VW Golf Gti. Aiolfi ha compiuto la rimonta su Pretti-Giammarino, leader dopo la prima giornata di gara. Biffignandi-Caracciolo vincono nella categoria senza strumenti mentre alla Milano Autostoriche va il premio come migliore scuderia.

Busto Arsizio (Va)- Il piacentino Maurizio Aiolfi si è imposto alla 2° Rievocazione Storica Rally Aci Varese corsasi sabato 21 e domenica 22 sulle strade della provincia insubre. La gara organizzata dall’ASD Laghi-Varese Corse, ha visto al via 51 equipaggi che si sono contesi lo scettro del vincitore sulle dieci prove a media suddivise tra il “Città” di Busto”, la “Casale Litta”, la “Valganna”, l’”Alpe Tedesco”, il “Sette Termini” ed il “Cuvignone”.

A spuntarla con sole 42 penalità è stato il 60enne piacentino Maurizio Aiolfi che su Volkswagen Golf Gti ha preso parte alla manifestazione da solo senza l’ausilio di un navigatore.

Il portacolori della Scuderia Milano Autostoriche si è aggiudicato la corsa grazie ad un’ottma seconda tappa in cui è riuscito a recuperare il già esiguo margine sui primi (3 punti), andando ad allungare sino al traguardo con due sole lunghezze di vantaggio.

La seconda posizione assoluta è andata al torinese Carlo Pretti, coadiuvato dal pavese Francesco Giammarino su Renault 5 Alpine; leader della prima giornata, il duo della CMAE ha comunque condotto una gara importante frutto anche della forte esperienza del navigatore sulle strade interessate alla corsa. Terzo con 55 penalità, è il primo equipaggio varesino al traguardo formato da Claudio Locatelli e Sonia Verdina a bordo della sempreverde Opel Manta GT/E gruppo A autori di una bella risalita dalla quinta piazza di ieri fino al podio finale. Solo due penalità hanno negato la gioia del podio invece al comunque bravo gallaratese Enrico Regalia insieme al milanese Marcello Costadoni che su Lancia Delta 4WD ha completato la due giorni di gara con 57 penalità. Dell’Acqua-Vicari (A112 Abarth 62 p.) chiudono i primi cinque posti della graduatoria assoluta.

 

Maurizio Aiolfi: “Ho avuto qualche problema di adattamento alla gara ed ho sofferto il buio sul Sette Termini ed il Cuvignone di ieri; ho avuto il coraggio di fare delle correzioni di gara a seguito del primo passaggio sfruttando l’esperienza di ieri. Questa è una gara a media vera, realizzata con cura. Bella l’accoglienza di Busto Arsizio nella fase di partenza ed arrivo.”

 

Senza Strumenti– Tra gli equipaggi che hanno preso il via senza strumenti di misurazione ha prevalso Biffignandi-Caracciolo su Lancia Fulvia n.25 con 218 penalità; secondi Ceffoli-Ceffoli (Lancia Delta n.7) con 737 penalità; terzi De Giovannetti-De Giovannetti (A112 n.18) con 807 penalità.

 

Altri riconoscimenti– Tra le scuderie ha prevalso la Milano Autostoriche grazie ai punteggi di Aiolfi, Locatelli e De Stefano. Nella giornata di ieri era previsto anche un premio all’equipaggio più spettacolare nell’inversione di Casale Litta: la giuria ha votato il duo formato da Mirco ed Erica Rizzi (Opel Kadett GT/E n.21) seguiti da Palmisano-Cuscito (Opel Manta GT/En.50)  e da Fontanella-Scrivalli (Fiat 128 Rally n.45): questi tre equipaggi si sono aggiudicati il Trofeo Euroceramiche Fuoco.

Il trofeo in ricordo del ragionier Antonio Parini è andato a Claudio Locatelli e Sonia Verdina, primo equipaggio varesino all’arrivo.

 

Sponsor di gara– Appalusi e riconoscimenti, durante le premiazioni finali, allo staff organizzatore della Asd Laghi/Varese Corse e agli sponsor Magugliani.it, GM Autoservice, Banca Generali, Crespi Gomme, Chiaravalli Group e ai partner Digitech, Regolink e Salumificio Colombo, importanti motori della 2° Rievocazione Storica Rally Aci Varese.

Ufficio stampa : Luca Del Vitto

I comunicati stampa non riflettono necessariamente le idee della redazione di rally.it, pertanto non ce ne assumiamo la responsabilità. Per comunicare con il responsabile del comunicato stampa contattateci, vi forniremo le indicazioni necessarie per comunicare con il relativo ufficio stampa.