RAAB ovvero Rally Alto Appennino Bolognese, è questo l’acronimo della prestigiosa sigla che 40 anni fà iniziava a farsi largo in Emilia Romagna.

La prima edizione RAAB è targata 1976, organizzata da Palazzina Sport, ed a vincerla la Lancia Stratos di Magnani-Valentino, proprio quel Renzo Magnani ideatore di Rally Italia Talent,

Negli anno 80 ci fu difficoltà ad organizzare alcune edizioni e nel 1980-81-84 e poi la lunga pausa dal 1986 al 1995 (compresi). Nel 1996 torna la gara ed a vincerla sono Franco Leoni ed il compianto Lucchini su Lancia Delta Integrale, Leoni questa gara l’aveva vinta ben 14 anni prima con Borgo su Lancia Stratos.

La gara moderna, ad eccezione del 2013, si è sempre disputata è l’ultimo vincitore è stato Rovatti-Catone su Renault Clio R3C. Un albo d’oro, che oltre ai nomi citati, vede la presenza di Pasutti, Alessandrini,Verbilli, Battaglin, Gazzetti, Bandieri,Fontana,Zanchi,Sossella, Gasparotto e molti altri ancora dunque non solo campioni arcinoti nella regioni ma anche driver che hanno vinto su tutta la penisola.

Dopo 27 edizioni, ed esattamente a 40 anni dalla prima, si è deciso di fare la prima edizione storica.

La gara scatterà venerdì sera con tre prove speciali: Tavianella, Valserena e Traserra. Dopo il riordino notturno a Casteglione de Pepoli, le tre prove verranno percorse ancora due volte per un totale di 77 km.

Soddisfazione tra gli organizzatori per l’elenco iscritti: 38 nel rally, 33 nella regolarità sport, 5 Rally Star (tra cui Pietro Mirri) ed infine 33 vetture a fare la parata (tra cui “Micky” Martinelli).

Interessante la lotta per la vittoria tra le due Lancia 037 di Pedro e Bianchini, scorrendo l’elenco troviamo la Lancia Delta di Errani, come sempre la nutrita pattuglia di Porsche, lo spettacolare Cattilino su Opel Kadett, l’emiliano Tonelli su Ford Escort e da segnalare la piccola Mini Cooper di Biasiolo.

Che vinca il migliore.

Copyright © Rally.it: puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale.