Piero Longhi, con la Toyota Celica St 205

Come sempre, la pubblicazione dell’elenco provvisorio degli ammessi alla 14esima edizione di Rallylegend è stato dirompente. In attesa delle ufficializzazione della lista, il quadro della partecipazione all’evento sammarinese è ormai delineato e ha già portato al massimo livello il clima di attesa tra i tanti appassionati, pronti ad “invadere” pacificamente la Repubblica di San Marino, dal 6 al 9 ottobre prossimi.

Raggiunto di slancio, ancora una volta, il limite massimo di 160 ammessi, Rallylegend 2016 è riuscito, ancora una volta, a stupire per la ricchezza di equipaggi di prestigio e di macchine di grande significato storico.

Tanti altri assi dei rally vanno ad aggiungersi alla lista da urlo, già corposa, dei campioni annunciati nelle scorse settimane, tra i quali Kankkunen, Gronholm, Panizzi, Schwarz, Trelles, Navarra, Longhi, “Lucky” Battistolli e Hayden Paddon, “star” dei rally mondiali di oggi.

Miki Biasion, il due volte campione del mondo rally, ha scelto quest’anno di dare spettacolo tra le Legend Stars con una Lancia 037, che sarà “vestita” Eberhard&Co, con Gigi Pirollo a fianco. Saranno invece all’opera nell’Alitalia Parade, nell’ambito della celebrazione “Quando Alitalia volava nei rally” e dei 40 anni della Fiat 131 Abarth, Sandro Munari, Markku Alen e Timo Salonen, tre monumenti dei rally di tutti i tempi, al volante proprio di tre “centotrentuno”, cui si aggiungeranno altri due campioni del calibro di Maurizio Verini e Mauro Pregliasco. E per la “festa” Alitalia hanno confermato la loro presenza anche Cesare Fiorio, Daniele Audetto e Tony Carello.

Immancabile, come consuetudine, con la sua Bmw M3, Graziano Rossi, grande fuoriclasse sulle moto 500 cc da Gran Premio di qualche anno fa. Al via anche “Pedro”, fresco campione Europeo rally storici e in lizza anche nel Campionato Italiano Storico, che non ha voluto rinunciare a Rallylegend, dove disporrà di una Lancia Delta 16V e l’asso siciliano Totò Riolo, due volte vincitore assoluto a Rallylegend, che si presenta con una Audi Quattro. Altra presenza di prestigio quella di Chantal Galli, già campionessa italiana rally, con Donatella Statuto e la Lancia Delta. Presenza femminile che registra anche il debutto di Shirley O’Hara Falcone, con Lisa Abraham (Lancia Delta Integrale), in rappresentanza della neonata federazione automobilistica sportiva di Antigua, che vede al via anche altri due piloti di valore come Carlo Falcone (Ford Focus Wrc) e Gianmaria Traversone (Lancia Delta S4)

Miki Biasion, qui ritratto a Rallylegend 2015
Miki Biasion, qui ritratto a Rallylegend 2015

Altri nomi importanti quelli di Manfred Pommer (Audi Quattro), vice campione europeo di rallycross nel 1995, di Mauro Miele (Bmw M3), ex crossista di livello internazionale, di Robert Whitehouse (Lancia 037) produttore cinematografico di grandi successi, di Luca Pedersoli (Citroen C4 Wrc), ottimo gentleman driver italiano, di Paolo Baggio (Lancia 037).

Marco Bianchini (Lancia 037), Giuliano Calzolari, con una vettura da definire, e Paolo Valli, con la Lancia Delta S4, capeggiano la folta pattuglia di una quindicina di equipaggi sammarinesi, dove spiccano ben tre Colombini, Denis, Marcello e Luca.

Alister McRae, in una foto di archivio con la Hyundai Accent ufficiale del 2001
Alister McRae, in una foto di archivio con la Hyundai Accent ufficiale del 2001

Grandi numeri, dunque, per Rallylegend 2016. Tra i 160 iscritti, circa una sessantina sono stranieri (senza considerare cioè San Marino e Italia…), provenienti da 18 Nazioni diverse.

Da sogno il parco macchine, con tutte le livree che hanno fatto la storia dei rally. Lancia “schiera” ben 19 Delta Integrale in tutte le versioni, sei esemplari di 037 e cinque S4, oltre a due Stratos e una Fulvia. Otto sono le Volkswagen Golf presenti, vettura di cui si celebrerà, a Rallylegend, il 40° anno dal debutto nei rally. Cinque sono le Audi Quattro al via, ben otto le Ford Escort, addirittura nove le spettacolari Bmw M3 e le Fiat 131 Abarth, cinque le Porsche, anche queste in vari modelli. Un elenco infinito, quello delle regine a quattro ruote dei rally. Che tutte insieme così, con tanti grandi campioni al volante, si vedono solo a Rallylegend.

Copyright © Rally.it: puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale.

I comunicati stampa non riflettono necessariamente le idee della redazione di rally.it, pertanto non ce ne assumiamo la responsabilità. Per comunicare con il responsabile del comunicato stampa contattateci, vi forniremo le indicazioni necessarie per comunicare con il relativo ufficio stampa.