Tre, numero perfetto. Tre i giorni di gara del Rally Due Valli Historic. Tre le corone da assegnare. Tre i piloti in corsa per il Trofeo Conduttori. Tre i co drivers in corsa per il Trofeo Navigatori. Tre i match ball di Maurizio Rossi e Riccardo Imerito, per aggiudicarsi il Titolo Nazionale.

Il nono ed ultimissimo round che concluderà la lunga stagione del CIR Auto Storiche 2016, si correrà questo fine settimana a Verona. E’ la undicesima edizione del Rally Due Valli Historic a chiudere i giochi di un’annata di gare che ha regalato momenti esilaranti, che ha visto in scena gli specialisti confrontarsi in modo serrato, che ha visto il ritorno di vetture e piloti come Matteo Luise che un tempo, neppure troppo lontano erano considerati promesse del rallismo nazionale.

Vivace, la serie rallistica Tricolore per auto storiche lo è stata; frizzante e per certi versi incerta lo è ancora oggi, alla vigilia dell’appuntamento finale. All’ombra dell’Arena scaligera, saranno festeggiati i primi vincitori del Trofeo Nazionale Conduttori, Navigatori e di Gruppo.

L’appuntamento con la gara dell’Automobile Club di Verona è di quelli ad alta soglia d’attenzione, rivolta alla sfida a tre per la corona assoluta piloti e navigatori. Infatti: Maurizio Rossi, il campione Italiano 3. Raggruppamento ed al comando della graduatoria dalla prima gara, “Lucky” Campione Italiano 4 Raggruppamento che può coronare l’inseguimento dal secondo posto e Da Zanche, campione Italiano 2. Raggruppamento rientrato in corsa nel finale di stagione, si sfideranno per il Trofeo Nazionale Conduttori. Tre piloti in cerca di uno scampolo di gloria di fine stagione, confrontandosi con vetture di generazioni, modelli e marche differenti: Porsche 911 SC Gruppo 4 ma del 3. Raggruppamento per il genovese leader, Porsche 911 RSR Gruppo 4 ma del 2. Raggruppamento il valtellinese Da Zanche, mentre il vicentino Battistolli potrà far affidamento sulla più recente Lancia Delta 16 V Gruppo A, forse più adatta agli asfalti veronesi se caratterizzati da cattive condizioni meteo.

In una gara, nella gara, Rossi e Da Zanche sono anche in lotta per l’affermazione stagionale in Gruppo 4, con sempre il ligure favorito dalla prima posizione in classifica. Il Gruppo 2 invece vede la leadership del marchigiano Riccardo Bucci, al volante della Alfetta GTV 2000, insidiata dall’attacco del veneto Nicola Benetton al via con al Fiat 127 Sport.

Il podio della undicesima edizione del Rally Due Valli Historic, dirà chi tra Team Bassano e Squadra Corse Isola Vicentina, potrà fregiarsi del Trofeo riservato alle scuderie.

Sono quindi molteplici i temi della vigilia, ma ancor più interessante saranno le sfide per l’affermazione assoluta nella gara dell’Automobile Club Verona.

Ai blocchi di partenza dell’ultima prova della serie Tricolore, oltre ai protagonisti delle classifiche nazionali si contano diversi piloti in grado di apporre la firma sull’Albo d’Oro: “Pedro” il neo campione europeo del 4. Raggruppamento, al via con la Lancia Rally 037 Gruppo B, oppure il biellese Davide Negri con la Porsche 911 SC Gruppo 4, il senese Alberto Salvini con la sua Porsche 911 Rsr Gruppo 4,.

Annunciato alla gara veronese è un nutrito outsider di lusso, a partire dai veronesi Nicola Patuzzo, con la Toyota Celica GT Four Gruppo A, il rientrante Riccardo Andreis al volante di una Porsche 911 Rsr Gruppo 4 e lo spettacolare Luca Cattilino con la Opel Kadet GTE ex Bettega; ma poi anche il bassanese Giorgio Costenaro sulla Lancia Stratos Hf, il bresciano Roberto Montini che ritrova un anno dopo la sua Porsche 911 Sc Gruppo 4 oppure ancora il padovano Antonio Manfrinato su di una Porsche 911 Sc.

Al via sono attesi il tedesco Michael Stoschek con una Porsche 911 RS “Casa” ed il friulano Maurizio Finati autore di ottime prestazioni con un’altra icona del rallismo degli anni Settanta, la ex ufficiale Fiat 124 Abarth Gruppo 4. Con la Alpine Renault A 110 1300 rientra in gara Luigi Capsoni, puntando alla vittoria nel 1. Raggruppamento, mentre la veneta Fiorenza Soave apporrà il sigillo sul titolo italiano del Femminile, correndo con la Fiat Ritmo 130 Gruppo A ed il bresciano Stefano Maestri saprà esprimersi ad alti livelli con la Lancia Fulvia Gruppo 4.

Il programma del Rally Due Valli Historic: domani, venerdì 14 ottobre, dopo la partenza da Piazza Bra alle ore 18.31, i concorrenti affronteranno ad ordine inverso la prima delle dieci prove speciali in programma nei tre giorni. Alle ore 20, sarà la “Skoda Torricelle” ad infiammare il pubblico di Verona che seguirà dalla strada e dagli schermi televisivi di TeleArena, che seguirà in diretta la prova speciale. Dal giorno successivo, sabato 15 saranno le restanti sei prove speciali a completare lo svolgimento della prima tappa, mentre domenica 16 i concorrenti si confronteranno sulle ultime tre della seconda e conclusiva Tappa. 130,29 sono i chilometri cronometrati complessivi, 515,62 i totali del rally.

Domenica, i concorrenti concluderanno la gara in Piazza Bra, all’ombra dell’Arena, dove arriveranno a partire dalle ore 14:30.

I comunicati stampa non riflettono necessariamente le idee della redazione di rally.it, pertanto non ce ne assumiamo la responsabilità. Per comunicare con il responsabile del comunicato stampa contattateci, vi forniremo le indicazioni necessarie per comunicare con il relativo ufficio stampa.