foto Fabrizio Dini

Con una grande prestazione Trentin-De Marco (Ford Focus WRC) vincono la nona edizione del Rally Liburna terra, prima prova del campionato italiano, ed ultima del Challenge RaceDay, vinto da Luciano Cobbe (Ford Focus WRC).
I portacolori della Movisport hanno vinto 4 delle 6 prove in programma (Serraspina e Ulignano , ripetute tre volte), ed ha tenuto la testa della classifica dall’inizio alla fine della gara.
La gara ha perso due protagonisti prima del via della ps 1: Alessandro Bettega su Ford Fiesta R5 (lombalgia) e Campedelli (Mitsubishi Lancer Evo X).
Trentin ha vinto il primo giro di prove e da segnalare che la ps 2 è stata fermata per un incendio sulla Ford Focus WRC di Taddei (senza conseguenze per l’equipaggio), sulla Ulignano 1 si ferma anche il veronese Hoelbling (Skoda Fabia R5).
Per vedere un vincitore differente da Trentin bisogna aspettare la ps 4 “Ulignano 2” dove Costenaro-Bardini (Peugeot 208 R5) riescono a mettere tutti in riga e sulla prova successiva è la volta di Nicola Caldani (Peugeot 208 R5).
Fatale l’ultima ps a “Dedo” (Skoda Fabia R5) che scivola da 2° assoluto a 10°. Segnaliamo anche la prestazione del 16enne Marquito Bulacia (Ford Fiesta R5) che sull’ultima prova segna il 2° tempo assoluto e 1° di classe terminando la gara all’ottavo posto assoluto. Sarà da seguire questo giovane boliviano di cui abbiamo parlato e parleremo ancora.
Sul podio dietro a Trentin terminano, nell’ordine, Giacomo Costenaro a 23″5 e Daniele Ceccoli a 30″2 con una bella rimonta finale del campione terra in carica.
Assoluta

Sentiti all’arrivo:
3° classificato Daniele Ceccoli: “Siamo soddisfatti della gara, abbiamo debuttato sulla Ford Fiesta R5 e abbiamo sempre migliorato le nostre prestazioni”
2° classificato Giacomo Costenaro, vincitore di una prova a Ulignano sulla Peugeot 208 R5 della Delta Rally: “Inizialmente ho sbagliato la mescola gomme ma poi sulla Ulignano abbiamo azzeccato la scelta e abbiamo vinto con un ottimo tempo”
Il vincitore Mauro Trentin:”Non sapevo come si sarebbe comportata la vettura su queste strade impegnative, che ho usato solo al prealpi terra che ha prove più diritte, mi sono trovato bene e ringrazio sia Alice che la GP Racing, macchina perfetta e mi sono trovato benissimo anche con le regolazioni fatte”.

Copyright © Rally.it: puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale.