EVENTO:          Rally Costa Smeralda
EQUIPAGGIO:   Deidda-Cavasin
VETTURA:        Peugeot 206 RC N3
RISULTATO:     Ritiro

Eccoci nuovamente con il Diario dell’equipaggio, a proposito ci saranno interessanti novità in ottica 2018, dopo il debutto rallystico Nicoletta Deidda riesce a coronare un altro suo desiderio, guardiamo cosa ci racconta della sua nuova avventura.

“Seconda Gara per me e  secondo sogno realizzato, quello di correre la gara più prestigiosa della mia Sardegna il “Rally Costa Smeralda”, un rally che ho sempre amato fin da piccola.

Seconda gara anche su terra sapendo che le prove speciali non erano per niente facili, quindi avevo bisogno di una persona che mi potesse aiutare vista la mia scarsa esperienza.
Sono rimasta sempre con l’idea di formare un equipaggio femminile e quindi ho contattato ELISA CAVASIN della Toscana, che avevo conosciuto alla prima edizione del Rally Italia Talent 2014 e da allora siamo sempre rimaste in contatto.
Per Elisa era la prima gara in Sardegna.
La vettura utilizzata era sempre la Peugeot 206RC  (N3) del Team Autoservice Sport firmata 958 Santero.
Siamo partite cariche per questo Rally,  abbiamo fatto alcune modifiche alla vettura al primo parco assistenza per arrivare pronte alla  PS 3 “Prugnola” che si svolgeva in notturna di 14 km circa (il primo passaggio era stato annullato) ed è andata bene. Ho iniziato ad ascoltare le note che Elisa mi diceva, ho imparato ad affrontare i tagli e gli sfiora molto più decisa e anche a correggere la vettura.
Abbiamo affrontato la 2° prova spettacolo “Golfo di Arzachena”,sempre in notturna, dentro Cannigione con una guida pulita cercando di non sbagliare sulle barriere molto strette.
Il secondo giorno abbiamo percorso le prime due prove “San Giacomo” (storica prova del Costa Smeralda ma anche del Mondiale Rally) ed Almiddina, prove toste ma che mi hanno insegnato tanto soprattutto ad essere più sicura di me e a capire la vettura, ogni prova un piccolo miglioramento e per tutto questo posso solo ringraziare la mia Navigatrice.
Purtroppo non siamo arrivate fino alla fine perché  dopo il 2° Parco Assistenza la 206 inizia a singhiozzare, sono arrivata fino alla prova di San Giacomo ma allo Start non restava accesa, avrei continuato fino alla fine anche con il singhiozzo ma niente da fare si è arresa (non lo so, forse non gli sono molto simpatica).
Spero di poter continuare il mio sogno di correre e poter far esperienza per migliorare la mia guida. Sicuro questa non sarà l’unica gara con Elisa perché veramente mi ha insegnato tanto, quindi ci rivedrete presto insieme.
Vorrei ringraziare il mio main sponsor Gianfranco Santero per avermi sostenuto e supportato anche in questa gara e per aver creduto in me.
Ringrazio tutti gli altri sponsor che mi hanno aiutato in questo grande sogno e seguito fino alla fine ma soprattutto consolato quando hanno saputo del ritiro.
Grazie a Rally.it, per la prossima gara vorrei il vostro adesivo portafortuna”

Copyright © Rally.it: puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale.