EQUIPAGGIO: Leopoldo Maestrini e Daniele MIchi
VETTURA: Skoda Fabia R5 – PA Racing
GARA: Rally Due Valli
RISULTATO: 8° assoluto

Avete presente il nostro DIARIO DELL’EQUIPAGGIO? Ecco un antipasto di come sarà quello di Leopoldo Maestrini e Daniele Michi, reduci dal Due Valli ma che nel 2018 affronteranno tutto il CIR. Ogni gara avremo qualche loro curiosità…

“Se è vero che il buongiorno si vede dal mattino, siamo rovinati.
E’ questo che abbiamo pensato quando, nei primi giorni dedicati alle ricognizioni, abbiamo forato in un orario del tutto avverso alle nostre esigenze: in piena pausa pranzo.
Con l’Italia ferma a tavola, esclusi autisti di autobus e ristoratori, il nostro primo appuntamento nel Tricolore si era rivelato tutt’altro che piacevole. Prima di questa gara, insieme avevamo affrontato un rallyday – a Pomarance – ed il Rallye Elba di inizio stagione. Sull’isola non era andata bene – a tirarci fuori era stato un cedimento meccanico in trasferimento – di conseguenza le aspettative per il “Due Valli” non potevano che essere di condurre una gara senza patemi. Sensazioni annientate proprio nel momento in cui, anche noi, pensavamo di metter qualcosa sotto i denti.
A volte, però, la fortuna gira anche dalla tua ed ha la figura di un gommista incavolato perché la moglie tarda e ritarda l’appuntamento con il rientro a casa. A raccontarla non ci crede nessuno.
Era lì, pronto a dedicarci – suo malgrado – il tempo disponibile e fornirci una gomma (guarda caso) usata e perfetta per la nostra stradale.
In pochi minuti è diventato un amico.
Appassionato di rally, felice di aver fatto quattro chiacchiere ed incurante del fatto che la moglie – dopo un’ora – non era ancora arrivata.
Lo abbiamo salutato, scambiandoci i contatti per avere un punto di riferimento in loco.
La giornata procede poi come da copione, fino al rientro a casa.
Quella speciale – la Santissima Trinità – ci aveva però fatto pensare.
Tanto che quando, dopo una settimana, l’abbiamo riaffrontata in ricognizione, durante il riscontro abbiamo forato per ben due volte.
Abbiamo benedetto il momento in cui ci siamo scambiati il numero con il gommista della settimana precedente, chiamato a raccolta e ben felice di fornirci altre due gomme usate, pagate un prezzo ridicolo.
Abbiamo forato tre volte su quella speciale, in ricognizione.
Forse è per quello che l’abbiamo affrontata con i guanti di velluto in gara, dove è andato tutto liscio.
Alla resa dei conti, l’ottavo assoluto lascia il tempo che trova. Abbiamo iniziato a conoscere la Skoda, ottimizzando il nostro rapporto in abitacolo e siamo felici della scelta per il 2018.
Il CIR ci piace, tanto”

Leopoldo e Daniele

Copyright © Rally.it: puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale.