2MAZDA RX3

Non abbiamo molte notizie a riguardo, tuttavia abbiamo la certezza di una versione destinata al Gruppo 2, nella seconda metà degli anni settanta.

La RX-3 era dotata di un motore rotativo Wankel a due rotori, con una cilindrata complessiva di 1.1L. L’alimentazione era curata da un sistema di carburatori Nippon, mentre l’aspirazione era di tipo naturale. La potenza sviluppata dalla versione stradale era di 105 cv, mentre la versione destinata ai rally fu potenziata fino a 148 cv. Il sistema sospensivo era nettamente classico per il tempo: MacPherson all’anteriore, mentre al posteriore un semplice assale con molle a balestra semiellittiche. La barra antirollio era presente soltanto all’avantreno.

Il cambio a quattro marce, combinato agli 884 chili della vettura, le permettevano di raggiungere una velocità di 175 km/h. Mentre per arrestarsi poteva fare affidamento su freni a disco anteriori abbinati a pinze a doppio pistoncino, e al posteriore i più semplici tamburi.

Le informazioni finiscono qui; effettivamente, non è una vettura che ha spiccato notevolmente dato che non fu un impegno ufficiale da parte di Mazda. Se avete qualsiasi informazione a riguardo siamo ben lieti ad aggiornare questo paragrafo.

Copyright © Rally.it: puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale.