Ott Tanak, padrone del sabato in Svezia (Jaanus Ree / RedBull Content Pool)

Ott Tanak e Martin Jarveoja su Toyota Yaris WRC terminano in testa alla classifica il Day2 di questo Rally di Svezia, secondo appuntamento del mondiale 2019. L’estone, dopo aver riconquistato la leadership in mattinata, è riuscito ad incrementare il proprio vantaggio nei confronti dei diretti inseguitori. Andreas Mikkelsen è appaiato in seconda posizione con Esapekka Lappi, a 54,5″ di distacco dalla prima guida Toyota, mentre Thierry Neuville chiude il podio provvisorio.

POMERIGGIO, APRE TANAK – Senza più Teemu Suninen, autoesclusosi dalla lotta al vertice, Tanak ha modo di vivere il giro di prove del pomeriggio con maggiore serenità. La Rammen 2 è l’ennesima dimostrazione di quanto il #8 si trovi a suo agio: vittoria di prova e 6,6″ guadagnati nei confronti di Mikkelsen, ora distante 40,4″. Il secondo protagonista è Esapekka Lappi (Citroen C3 WRC) che chiude alle spalle dell’estone scavalcando in un colpo solo sia Elfyn Evans che Thierry Neuville, in quella che sarà una bellissima lotta per il podio. Sebastien Ogier invece timbra in ritardo di 15 minuti, accusando altri 2’30” di penalità.

Esapekka Lappi, protagonista di SS12 (Jaanus Ree / RedBull Content Pool)

TANAK NON SI ACCONTENTASulla Hagfors 2 è ancora il pilota Toyota a fare la voce grossa. Un’altra prova maiuscola gli permette di incrementare ancora di più il suo vantaggio nella generale, con Mikkelsen che scivola a quasi 52″ ed ora deve guardarsi le spalle dal ritorno di Lappi e del compagno di squadra Neuville, rispettivamente terzo e secondo di questa prova. Il belga guadagna la quarta posizione nei confronti di Evans, imitato da Sebastien Loeb che sale in settima posizione mettendosi dietro l’ex leader Teemu Suninen, impegnato a ricostruirsi un pò di fiducia dopo l’errore di questa mattina. Da segnalare, per quanto concerne il JWRC, l’uscita su questa prova del capoclassifica Dennis Radstrom.

Andreas Mikkelsen, occhio alle spalle! (Jaanus Ree / RedBull Content Pool)

OGIER SUL COLIN’S CRESTSuccede un pò di tutto, invece, sul secondo passaggio a Vargasen. Jari-Matti Latvala finisce nuovamente in uno snowbank, imitato da Suninen che è colui che subisce le conseguenze peggiori. Il finlandese finisce in testacoda, colpisce un albero e rimane incastrato nella neve. Riesce a ripartire concludendo la prova, ma è costretto al definitivo ritiro causa danneggiamento del rollbar della sua Fiesta WRC. Non sorride neanche Thierry Neuville, autore pure lui di un testacoda che gli fa perdere circa 5 secondi. Nonostante ciò il belga si piazza secondo di prova alle spalle di Ogier, protagonista di un numero pazzesco sul Colin’s Crest. Con la seconda posizione di prova, la classifica dei tre piloti alle spalle di Tanak si compatta ancora di più, racchiusi ora in un fazzoletto di 4,5″, con Evans spettatore interessato alle loro spalle e pronto ad approfittare dell’ennesimo colpo di scena in terra svedese.

 

PROVE SPETTACOLO – Il programma di giornata si chiude con la disputa di due prove spettacolo: si torna sul circuito di Karlstad per poi completare il loop del pomeriggio sulla Torsby Sprint. Nella sfida in circuito 1 vs. 1 particolarmente caratterizzata dal fango, il migliore di tutti è, ancora una volta, Ott Tanak. Lappi è secondo e vede Mikkelsen distare soli 4 decimi. Nei conclusivi 2,8 Km di giornata invece, è Thierry Neuville a staccare il miglior tempo. Lo scratch non è però sufficiente al belga per sopravanzare Lappi, che resta davanti a lui di 2,3″ e nel frattempo raggiunge il secondo posto assoluto a pari merito con Mikkelsen.

WRC2Nella categoria PRO, Mads Ostberg comanda la classifica forte di un vantaggio di oltre tre minuti nei confronti di Kalle Rovanpera. Il pilota Skoda era stato in grado di avvicinarsi alla vetta del norvegese di Citroen, ma un problema durante la PS13 ha rispedito il giovane figlio d’arte indietro in classifica.  Il terzo posto è saldamente nelle mani della Ford Fiesta R5 di Gus Greensmith. Nel WRC2 invece è sempre la Polo R5 di Ole Christian Veiby a guardare tutti dall’alto. Jari Huttunen proverà a chiudere il gap di una ventina di secondi che lo separa dal vertice. Pomeriggio da dimenticare per Johan Kristofferson. Uno snowbank durante la PS12 gli fa perdere un minuto e mezzo, mentre la macchina spenta durante la prova spettacolo di Karlstad certifica il pessimo periodo vissuto dallo specialista del Rallycross.

JWRCDetto dell’uscita di Radstrom, è ora il connazionale Tom Kristensson il leader tra le nuove Ford Fiesta R2. Seconda piazza per Roland Poom, terzo posto appannaggio di Jan Solans. Enrico Oldrati naviga invece in settima posizione assoluta.

Saranno due le prove speciali in programma nella giornata di domani. Doppio passaggio a Likenas e Power Stage a Torsby 2: chi alzerà le braccia al cielo in segno di vittoria?

CLASSIFICA DOPO PS16

  1. Tanak-Jarveoja (Toyota Yaris WRC)
  2. Mikkelsen – Jaeger (Hyundai I20 Coupè WRC)
  3. Lappi – Ferm (Citroen C3 WRC)
  4. Neuville – Gilsoul (Hyundai I20 Coupè WRC)
  5. Evans – Martin (Ford Fiesta WRC)
  6. Meeke – Marshall (Toyota Yaris WRC)
  7. Loeb – Elena (Hyundai I20 Coupè WRC)
  8. Tidemand – Floene (Ford Fiesta WRC)
  9. Veiby – Andersson (VW Polo R5)
  10. Huttunen – Linnaketo (Skoda Fabia R5)

Copyright © Rally.it: puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale.