Ott Tanak, di nuovo al comando del Rally Sweden (Jaanus Ree / RedBull Content Pool)

Chi di snowbank ferisce, di snowbank perisce. Avrà pensato sicuramente a questo, Teemu Suninen, che nella giornata di ieri è stato bravo ad evitare gli errori e sfruttare le disattenzioni degli altri issandosi in vetta alla generale, salvo cadere nel temibile tranello questa mattina, sulla seconda speciale, lasciando quindi il trono di nuovo nelle mani di Ott Tanak e Martin Jarveoja, di nuovo leader del Rally di Svezia.

LATVALA SCRATCH, TANAK LEADER – Nella prova speciale d’apertura di giornata, la Rammen 1, il miglior tempo è del deluso Jari-Matti Latvala davanti a Tanak e Sebastien Ogier. Proprio il francese sembra quello che fatica più di tutti a trovare le motivazioni giuste per affrontare l’avventura svedese. Fuori dalla lotta per il vertice, al sei volte campione resta la Power Stage per sperare di fare punti, oltre che raccogliere esperienza alla guida della C3 WRC. Suninen chiude quarto lasciando sul terreno 3,8″ nei confronti dell’estone di Toyota perdendo così la vetta della classifica. Nella “lotta a tre” tra i vicinissimi Seb Loeb, Kris Meeke e Thierry Neuville, è il britannico ad avere la meglio e l’alsaziano a subire la rimonta. Meeke sale sesto assoluto, Thierry lo segue alle sue spalle mentre Loeb perde due posizioni.

TEEMU FUORI, TANAK RIDELa Hagfors 1 è la prova più lunga di questa mattinata, oltre ad essere quella che, di fatto, decide per il momento le sorti dell’evento scandinavo. Teemu Suninen infatti incappa in un errore, perde 1 minuto e mezzo e dice addio ai suoi sogni di gloria e a quelli di M-Sport. Duro colpo per il finlandese, costretto a correre al limite per staccare buoni tempi, che lascia ampio margine di sicurezza a Tanak, ora in testa con 34,2″ da gestire nei confronti di un redivivo Andreas Mikkelsen, a cui l’aria di casa ha fatto molto bene. Elfyn Evans con la seconda Fiesta WRC sale quindi in terza posizione assoluta. Ogier cerca consolazione vincendo la prova, il suo dirimpettaio belga Neuville con un ottimo terzo posto assoluto riesce nel controsorpasso ai danni di Meeke mentre Loeb con una prova abbastanza opaca si allontana dal compagno di squadra e dal #5 di Toyota.

ANCORA OGIER, NEUVILLE QUARTO – Si chiude la mattinata sulla Vargasen 1 con ancora Ogier protagonista. Il francese di Citroen è ancora il più veloce di tutti, la più classica delle vittorie di Pirro per lui, considerando che in vetta alla generale si trova Tanak, suo diretto rivale per il titolo, mentre Neuville con il secondo posto di prova riesce a scavalcare anche Esapekka Lappi, issandosi in quarta posizione assoluta con solo 1,1″ di distacco dal gradino più basso del podio occupato da Evans. Tanak non prende rischi e controlla le operazioni, concede 4 decimi al diretto inseguitore Mikkelsen mantendendo però un vantaggio di oltre trenta secondi. Kris Meeke è sesto inseguito da Sebastien Loeb, mentre la Top Ten è chiusa da Teemu Suninen, Pontus Tidemand e dalla prima R5 di Veiby.

WRC2 – Nella categoria PRO, Kalle Rovanpera (Skoda Fabia R5) cerca il riscatto dopo la giornata di ieri. Il finlandese è l’assoluto protagonista di questa mattinata, vince tutte le prove e rosicchia una decina di secondi alla Citroen C3 R5 di Mads Ostberg. Il vincitore del Monte-Carlo Gus Greensmith è terzo assoluto. Nel WRC2 invece sono le VW Polo R5 di Ole Christian Veiby e Johan Kristofferson a comandare le operazioni. Veiby è leader, mentre lo svedese campione di Rallycross è in piena lotta con Jari Huttunen per la medaglia d’argento. Il finlandese e la sua Skoda, dopo l’exploit di ieri, sono al momento terzi.

JWRC – Dopo una prima parte di gara condita da una bellissima lotta contro Martin Seks, Dennis Radstrom ha assunto la vetta della classifica sfruttando l’errore del suo rivale lettone. I tre scratch segnati questa mattina hanno di fatto rafforzato la leadership del padrone di casa, ora con più di un minuto di vantaggio da gestire nei confronti del diretto inseguitore Tom Kristensson.

ITALIANI – Per quanto riguarda i “nostri”, Lorenzo Bertelli su Ford Fiesta WRC è 24esimo assoluto, Tamara Molinaro su Citroen C3 R5 è 32esima mentre Enrico Oldrati occupa la 45esima posizione assoluta, nono di JWRC.

Cinque prove in programma questo pomeriggio, la ripetizione delle tre del mattino più due prove spettacolo tanto amate dal pubblico quanto odiate soprattutto in casa Hyundai. Riuscirà Tanak a mantenere il vertice o ci saranno altre sorprese?

Copyright © Rally.it: puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale.