Kopecky-Dresler sono al comando del Barum Rally 2019 (Foto fiaerc.it)

Dopo le prove della mattinata, avevamo “lasciato” in testa Lukyanuk (Citroen), davanti a Kopecky (Skoda) e Ingram (Skoda). Gryazin (Skoda), anche lui velocissimo nelle prime prove,  aveva perso 2 minuti per una foratura, scivolando in 21a posizione.

Nel pomeriggio quindi il russo è partito al comando della gara, nonostante una vettura a tratti non perfetta. La prova 6 ha visto la vittoria di Kopecky, davanti a Gryazin (ovviamente in rimonta) e Lukyanuk, ancora non del tutto a proprio agio con la Citroen C3. Poi Ingram e Mares (Skoda).

Ed eccoci alla prova 7, dove si è imposto il rimontante Gryazin, davanti a Kopecky e Lukyanuk, a conferma che al momento erano questi 3 i più forti in questo rally. La prova 8 è stata vinta ancora da Kopecky, su Gryazin e Ingram. Ottimo 19° Nucita con l’Abarth, davanti anche ad alcune R5 oltre che in testa all’ERC2. Lukyanuk in questa PS è stato vittima di una foratura lenta, quindi ha deciso di proseguire. Lukyanuk al termine della prova: “It was a slow puncture, I decided to follow. Same like on Canary”. Ovviamente soddisfatto Kopecky: “It’s going fine….”.

L’ultima prova della giornata era la 9, vinta da Chris Ingram, davanti a Kopecky,  nettamente al comando a fine tappa. Purtroppo infatti Lukyanuc è stato costretto al ritiro per la rottura di una sospensione.   La classifica dopo la seconda giornata vede quindi in testa la Skoda Fabia R5 di Kopecky-Dresler, seguiti a quasi 1 minuto  dall’altra Skoda di Ingram-Whittock, tallonati da una terza Skoda, quella di Mares-Hlousek, questi ultimi saliti alla ribalta della corsa grazie al ritardo di Gryazin e al ritiro di Lukyanuk. Quarti Pech-Uhel (Ford Fiesta R5).

LE ALTRE CATEGORIE

E vediamo come è andata finora negli altri gruppi. In ERC2-RGT-ARC-2RM comandano Nucita-De Caro con l’Abarth 124. 2° ERC2 Alonso su Mitsubishi Evo X. Sull’A.R.C. vi ragguaglieremo domani pomeriggio a fine rally con un articolo specifico. Per ora diciamo solo che, dopo la rovinosa uscita di strada di Melegari-Bonato, pilota e navigatore sono stati portati all’ospedale e a entrambi sono state riscontrate delle fratture alle costole. Per il resto stanno bene e hanno ringraziato i soccorritori. Polonski invece ha rotto la trasmissione. Martin Rada viaggia intorno alla 60a posizione.

Nella (affollatissima) categoria ERC3, sono al comando Llarena-Fernandez (Peugeot 208 R2), davanti a Franceschi-Manzo (Ford Fiesta R2).

La gara proseguirà domani con la PS 10, la Majak 1, di 8,15 km, alle ore 8.43. Conclusione domani pomeriggio con la PS 15, in programma alle 14.46 (salvo ritardi).

 

 

 

 

 

 

 

Copyright © Rally.it: puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale.