Foto: Thomas Fenetre / DPPI

Kopecky, Lukyanuk e Gryazin. Sono questi i nomi dei protagonisti del loop mattutino nel Barum Rally 2019. Ieri sera ci eravamo lasciati con il superbo Kopecky che aveva aperto l’appuntamento ceco con la vittoria della PS1 Zlin sulla nuova Skoda Fabia R5 Evo. L’idolo di casa ha continuato a spingere anche oggi ma qualcosa non è andato per il meglio…

LUKYANUK IN TESTA: 0,4″ SU KOPECKY

Il russo Lukyanuk ha chiuso in testa dopo le prime cinque prove del mattino. Il Campione in carica dell’Europeo non si è detto però troppo soddisfatto. Il feeling con la vettura non è al top e urgono modifiche per trovare un ritmo che dia sicurezza al pilota del team Sainteloc. Lukyanuk ha vinto le PS2 e PS3 mentre sulla terza era stato battuto da un ottimo Nikolay Gryazin, in gara con il team SRT anche per aiutare il compagno di squadra Habaj che si sta giocando il titolo proprio contro il campione ERC. Gryazin, velocissimo, ha perso tanto terreno però sull’ultima prova mattutina (la Kostelany) a causa di una foratura giunta a sorpresa. Chi invece ha risposto presente sulla PS5 è stato Jan Kopecky che ha rifilato 3.3″ a Lukyanuk e gli si è portato a 0.4″, praticamente un niente. Il pilota di casa ha dichiarato di non essere contento per i suoi tempi, segno probabile che proverà ad attaccare con più veemenza sulle ripetizioni pomeridiane. Saranno dunque Lukyanuk e Kopecky che si giocheranno le vittorie delle prove del pomeriggio. The fight is on!

SI ACCENDE LA LOTTA PER IL PODIO

Chris Ingram ha dimostrato di avere il passo per stare con i primi. Sfortunatamente un inizio un po’ prudente lo vede dietro i due big che guidano la classifica del rally. Ma l’obiettivo del pilota di Manchester resta l’ERC1 Junior, di cui adesso è leader. Lotta aperta per il titolo Junior con l’avversario Filip Mares. Entrambi i ragazzi si stanno sfidando su due identiche Skoda Fabia R5, Mares però è risultato poco più lento nel mattino. Il gap fra i due è di circa 5″. Davanti a Mares al momento si è piazzato al 4° posto l’esperto Vaclav Pech, un po’ al limite sulla vecchia versione della Fiesta R5. Pech, unico di quelli davanti a montare gomme Pirelli è staccato di soli 1.6″ rispetto a Ingram e sicuramente le tenterà tutte per portarsi al 3° posto. In sesta posizione è risalito un positivo Norbert Herczig che ha fatto segnare tempi interessanti sulla Volkswagen Polo R5. Herczig è di poco staccato da Mares e ha superato sulla PS5 un veloce Tomas Kostka, asfaltista ceco conosciuto anche in Italia per il suo passato nel Superstars, serie su circuito denominata nel 2014 EuroV8 Series. Chiudono più staccati la top10 Marijan Griebel, Jan Cerny e Lukasz Habaj, quest’ultimo non particolarmente a suo agio con le veloci strade del Barum Rally. Da segnalare i ritiri di Arai, Nobre e Marczyk, tutti out dopo aver commesso un errore.

SUPER NUCITA IN ERC2, LLARENA ATTACCA PER IL TITOLO ERC3

Ottimo inizio per Andrea Nucita in questo quinto rally nell’ERC. Il pilota siciliano ha subito imposto il suo ritmo e nemmeno una foratura sulla PS4 lo ha fermato. Nucita guida sia la classifica di ERC2 che quella dell’Abarth Cup. Non sono concessi errori ad Andrea poiché alle sue spalle c’è Dariusz Polonski, staccato si di 42″ ma sempre pronto a sfruttare eventuali errori o problemi del suo antagonista per la lotta al titolo Abarth Rally Cup. Dietro di loro c’è l’argentino Alonso che però viaggia a ritmi molto più lenti. Un incidente ha tolto dalla corsa il duo Melegari-Bonato, anche loro su Abarth 124 Rally.

Melegari e Bonato, out sulla PS4 (Foto: FIA ERC)

In ERC3 trova la vetta lo spagnolo Efren Llarena, sempre molto convincente su asfalto. Tuttavia ci sarà da sudare per il pupillo di Dani Sordo: dietro di lui Sindre Furuseth è davvero minaccioso a 3.1″ mentre sta cercando di recuperare terreno J. Baptiste Franceschi che sulla Fiesta R2T è 3° staccato di 12.5″. Anche Franceschi dovrà stare costantemente in lotta poiché dietro gli sono incollati Erik Cais (Fiesta R2T) e Ken Torn (Fiesta R2T), quest’ultimo in lotta per il titolo proprio con Llarena. Deludenti i francesi Rossel e Bernardi, entrambi troppo staccati dai primi.

Questo pomeriggio alle 16.41 inizieranno le ripetizioni delle cinque prove di questa mattina. Seguite Rally.it per aggiornamenti sul Barum Czech Rally Zlín 2019.

Copyright © Rally.it: puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale.