Foto Angelo Gaidano

Torna alla vittoria Nicholas Montini, l’ultimo suo successo fu al Memorial Conrero 2015, non cambia l’equipaggio, con Romano Belfiore alle note, e la vettura, la Porsche 911 RS della Pentacar. Una vittoria importante, sudata che fa ritrovare il sorriso al bresciano ancora una volta catapultato sul gradino più alto del podio, come ci aveva abituato qualche anno fa, sino alla conquista del titolo italiano nel 2014. Da allora le competizioni si sono diradate e Nicholas ha provato anche le “moderne” (Clio S1600) con due belle vittorie di classe nel suo “Mille Miglia”.

Ma veniamo alla bella vittoria a “La Grande corsa” , disputata a Chieri, gara che fa sempre più proseliti grazie agli “Amici di Nino” che hanno trovato in poco tempo una loro identità.

Si parte con la prova di Moncucco, prova viscida e decisiva sotto molti aspetti. Molti i ritiri come Costenaro (Stratos), Valente (Porsche) e lo svizzero Porcellato (Peugeot 309), brividi per “Lucky”- Pons su Lancia Delta e tra i favoriti della gara, per loro un pericoloso testacoda ma il pilota vicentino riesce ad evitare guai peggiori e conclude la prova con 34″ di ritardo ed una gara tutta in salita. Vince la prova, balzando al comando, Lucio Da Zanche, coadiuvato da Piceno.

Sulla prova di Marcorengo vince subito “Lucky” che inizia la rimonta, passando dalla 22° alla 6° posizione assoluta.

Sulla ps 3 “Cinaglio” superlativa prova del futuro vincitore Montini-Belfiore, che passa al comando della “generale”. Il tratto di “Briassa” chiude il giro mattutino delle prove ed il vicentino “Lucky” fa la differenza rifilando ben 12″5 a Montini, secondo nella prova, e passa terzo assoluto rientrando pienamente in gara.

A metà gara la classifica è compatta: Montini leader, Da Zanche a 5″, Lucky a 8″, Salvini a 10″, Valliccioni a 16″ e Musti a 25″ sono i protagonisti.

Si riparte da Moncucco con Valliccioni (BMW M3) vincente, ps in cui si ritira Salvini (Porsche). Sulla Marcorengo vince invece la Porsche 911 di Da Zanche che per tre decimi si porta al comando della classifica assoluta su Montini. Lucky terzo a 5″ e mancano due sole prove!

Sulla “Cinaglio” si ripete Nicholas Montini che riprende la vetta con 6″4 su Da Zanche e 8″9 su Lucky. Briassa dice ancora Lucky ma i tempi sono differenti rispetto al primo passaggio ed il vicentino arriva secondo assoluto a 4″7 dal bresciano Montini. Da Zanche scivola terzo assoluto a 5″2 dalla possibile vittoria. Valliccioni e Musti chiudono la top cinque.

Classifica assoluta

In settimana articolo agli organizzatori della gara. Parleremo di pregi e dove migliorare la gara, inoltre cosa ci attende per “La Grande corsa” del 2020.

Foto: Angelo Gaidano

Copyright © Rally.it: puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale.