Ott Tanak-Martin Jarveoja, in vetta al Rally Estonia (Copyright Jaanus Ree / RedBull Content Pool)

Pronostico rispettato, almeno per il momento, dopo le prime cinque prove “vere” del Rally di Estonia. Sono infatti i padroni di casa Ott Tanak e Martin Jarveoja su Hyundai I20 WRC a comandare la classifica generale.

I Campioni del Mondo in carica guidano un podio monopolizzato dalle vetture di Alzenau: alle loro spalle infatti troviamo un ottimo Craig Breen, bravo a sfruttare appieno la favorevole posizione di partenza, staccato di 6,8″ da Tanak, e Thierry Neuville. Il belga, nonostante dichiari di non aver trovato appieno il feeling con la vettura, si trova a 11,1″ dallo “scomodo” compagno di squadra.

Dietro alle tre Hyundai, ecco il quartetto Toyota Gazoo Racing. Sebastien Ogier è il primo della fila, quarto con una quindicina di secondi da recuperare nei confronti di Tanak. Elfyn Evans è subito alle sue spalle. Kalle Rovanpera è sesto assoluto, ma la classifica del finlandese è stata condizionata da una foratura che nel corso della terza speciale gli ha fatto perdere 28 secondi nei confronti di Tanak e la leadership provvisoria della gara.

Settimo troviamo Takamoto Katsuta, che in questa prima parte di gara è riuscito a staccare dei tempi interessanti restando a stretto contatto dei suoi ben più blasonati compagni di squadra. In ottava e nona posizione ecco il duo M-Sport composto da Esapekka Lappi e Teemu Suninen. Chiude la top ten la quarta Hyundai I20 WRC di Pierre-Louis Loubet, alla sua gara d’esordio tra i “grandi” del WRC.

Nel WRC2, il capoclassifica provvisorio è Mads Ostberg su Citroen C3 R5. Il norvegese, nonostante una foratura, sfrutta al meglio i problemi avuti a loro volta da Ole Christian Veiby (rallentato nel corso della PS3) e Adrien Fourmaux (foratura nella PS6) per terminare la mattinata davanti alla Hyundai di Nikolay Gryazin e alla Skoda di Pontus Tidemand.

Nel WRC3, bella lotta tra Oliver Solberg (VW Polo) e il padrone di casa Kaur Egon (Skoda Fabia). Egon ha mantenuto la vetta fino alla PS5, quando è stato sopravanzato dal figlio dell’iridato WRC 2003, protagonista di una grande sesta speciale dove è riuscito ad aprire un divario tra lui e il suo più immediato inseguitore. Sono 11,7 i secondi che dividono i due, mentre Kajto Kajetanowicz completa il podio della categoria di supporto.

Appuntamento ad oggi pomeriggio con la ripetizione delle cinque prove speciali disputate questa mattina. Riuscirà Tanak ad allungare nella generale?

Copyright © Rally.it: puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale.