Oldrati © ACTUALFOTO

In tre a contendersi la gloria nella finale nazionale di Coppa Italia: Oldrati e Pollara in lizza nell’assoluta, Zigliani in classe S1600. All’ombra del Titano, alla Ronde di Halloween, con Toffano, Milioli e Vellani.

Schio (Vicenza) – 2 novembre 2022

Ben 153 gli equipaggi pronti a scendere in gara per la Finale Nazionale Coppa Italia Rally ACI Sport 2022, tra venerdì 4 e sabato 5 novembre, al Rally del Lazio Cassino-Pico. La manifestazione si preannuncia di forte impatto, raggruppando i migliori piloti dello stivale qualificati nelle 9 zone di appartenenza della Coppa Rally di Zona.

Pronti a contendersi l’alloro della classe regina, entrambi su Skoda Fabia R5 EVO, saranno Enrico Oldrati e Marco Pollara, coadiuvati rispettivamente da Elia De Guio e Daniele Mangiarotti. Per il bergamasco Oldrati l’occasione sarà profittevole per dimostrare la bontà della propria guida, come già dimostrato allo scorso “Prealpi Orobiche”, anche al di fuori del più avvezzo fondo sterrato; il percorso frusinate risulta ampiamente nelle corde dell’asfaltista Pollara, testa di serie della Zona 8, alla ricerca del quinto sigillo stagionale.

Fortemente determinati a lasciare il segno, con una Renault Clio S1600, sarà la coppia composta da Ludwig Zigliani e Giuseppe Rota, giunta alla finale nazionale dopo aver primeggiato nella classifica di Zona 3 della CRZ.

Una seconda squadra sarà presente, con ulteriori tre equipaggi, all’ombra del Titano per il 2° Halloween Ronde.

Reduce da un secondo posto assoluto allo “Scorzè”, il padovano Giovanni Toffano, con alle note Matteo Gambasin, si presenta sul suolo sanmarinese con un doppio obbiettivo: accrescere il proprio feeling con la Skoda Fabia R5 EVO in ottica 2023 e strappare un piazzamento al vertice per chiudere la stagione in bellezza. Una Fabia EVO è stata predisposta anche per l’emiliano Manuel Milioli, coadiuvato da Silvia Maletti, al via per migliorare la nona posizione di classe conquistata lo scorso anno.

Completa il terzetto l’esperto Roberto Vellani, affiancato da Stefano Costi nell’abitacolo di una Skoda Fabia R5 versione 2019, candidato di diritto alla conquista dell’alloro.

Ufficio Stampa: MS MUNARETTO

I comunicati stampa non riflettono necessariamente le idee della redazione di rally.it, pertanto non ce ne assumiamo la responsabilità. Per comunicare con il responsabile del comunicato stampa contattateci, vi forniremo le indicazioni necessarie per comunicare con il relativo ufficio stampa.