A seguito  dell’incidente subito al Rally Legend 2012, Michela “Micky” Martinelli storica pilota e navigatrice degli anni 80-90′ , è stata costretta ad una degenza forzata , Marco Bonini l’ha contattata con l’intento di farle gli auguri di pronta guarigione (a cui tutto lo staff si unisce) e ne è scaturita questa intervista realizzata per Rally.it.

Per conoscere nel dettaglio la carriera della “Micky” vi rimando alla pagina del forum a lei deidcata QUI

  • Cosa ne pensi dei rally attuali,li segui?

“Non li seguo piu’ di tanto:assomiglianodi piu’ a gare con prototipi,con vetture che derivano dalla serie solo per l’estetica esterna.”

  • Soluzioni per migliorare la disciplina?

“Cambiare le gomme,tornare a vetture in cui il fattore umano conti di piu’ dell’elettronica;anziche’ creare problemi a collaudatissimi piloti dell’epoca per ri-ottenere la licenza csai,evitare che i giovani piloti dopo qualche rally possano guidare certi “mostri”,”piccole” macchine con un rapporto peso/potenza piu’ pericoloso dei vecchi gruppi B.”

  • Una gara che ti ha esaltato?

“Molte,vivevo ogni rally esaltata.Ma credo in assoluto,due.Rally della Lana 1981 e Costa Smeralda 1982.”

  • Rimpianti?

“Di non aver insistito con la GTV6 gr.A Turbodelta.Quando finalmente abbiamo individuato tutti i suoi punti deboli e li abbiamo eliminati,l’abbiamo consegnata senza piu’ peccati di gioventu’ ai posteri,che ci hanno vinto tutto e di piu’.”

  • Donna al volante.C’era invidia o diffidenza da parte dei maschietti?

“Amicizia.Diffidenza solo fino al momento in cui leggevano i tempi della p.s.”

  • Una macchina?

“Alfa Romao alfetta GTV6 gr.A “Turbodelta”.L’unica con cui non ho vinto un tubo! Ma finche’ si era in gara…..”

  • Differenze notevoli tra i rally anni 80 e le gare odierne? Spesso le gare di quel periodo erano prese ad esempio era davvero tutto perfetto?

“E’ come chiedere la differenza tra il burro e la ferrovia…principalmente,comunque,l’ambiente e la durezza delle gare stesse,l’improvvisazione di cui eravamo capaci.Le gare di allora per me erano perfette.Anni 70 ed inizi 80.Io ho smesso a fine 1982.”

  • Mai avuto paura?C’era qualcosa in particolare che non amavi?

“Al Rally Salento 1979,quando correvo con la GTV 2.0 gr.2 mentre ero 4° assoluta,sono uscita in 5° piena;mi ci son voluti 2 o 3 rally per ricominciare a tener giu’ !!! Non amavo il fatto che spesso scrivessero articoloni su certi miei avversari (e non solo donne) mentre il mio nome appariva solo nelle classifiche:molto meglio posizionato del loro e con vetture molto meno potenti. Ma qui “mea culpa”mai curato la mia immagine e decisamente allergica a frequentare,diciamo,un certo jet-set! Preferivo passare le nottate in officina a portare panini ai meccanici che lavoravano sulla mia macchina…e lo preferisco tutt’ora.”

  • La Tua migliore stagione?

“1980 e 1981 a pari merito.”

  • Coma va la degenza dopo il “botto” del Rally Legend,quando ti rivedremo al volante?

“Ascolto al 100% i dictat del mio ortopedico,perche’ vorrei essere al via al 4 regioni 2013….sempre che la csai mi conceda l’Internazionale C senza farmi fare il corso.Un saluto agli utenti di rally.it.Un grazie di cuore per il grande,grandissimo affetto che tutti voi mi state dimostrando in 1000 modi in questo momento.”

intervista realizzata da Marco Bonini