Ott Tanak - Toyota Yaris #8 | Red Bull Content Pool - Jaanus Ree Photo

Questo Rally di Germania non sta deludendo le aspettative. Già dalla prima giornata come abbiamo visto ieri, i distacchi erano minimi mentre le velocità degne di una gara in pista. I protagonisti di questo week-end sono inevitabilmente Ott Tanak e Thierry Neuville, che non si sono risparmiati lasciando tra di loro solo un pugno di secondi, a favore dell’estone. In difficoltà Sebastièn Ogier; la C3 non sembra comportarsi bene in questo frangente asfaltato, fondo in cui dovrebbe dare il meglio di se. I piloti hanno affrontato questa mattina quattro prove speciali, in attesa poi dell’assistenza e della ripresa su Arena Panzerplatte e la lunga, nonchè velocissima, Panzerplatte da 41.17km dove potrebbero vedersi le prime differenze o addirittura ribaltamenti della classifica.

LA CALMA PRIMA DELLA TEMPESTA – Come nei film catastrofici, siamo giunti al punto di calma, nell’occhio del ciclone. Tutti siamo in fibrillazione per vedere chi avrà la meglio tra il versante belga e quello estone. Tutt’ora, dopo undici prove speciali, è impossibile trarre un pronostico su chi potrà stappare lo champagne dal gradino più alto del podio. Possiamo dirvi però che la mattinata è partita come la giornata è finita ieri. Dani Sordo spinge al massimo per recuperare il tempo perso, grazie ad un problema alla trasmissione della sua i20; vince “Freisen”, con alle costole la Fiesta di Suninen e sotto i cinque secondi Neuville che precede Tanak. Il distacco tra quest’ultimi si accorcia fino ad 1.5 secondi, che aumentano però a 6.7 dopo “Romerstrabe”. Il belga infatti è arrivato lungo ad un incrocio, la vettura si è spenta, avendo poi problemi di pescaggio benzina in fase di accensione. Sul secondo passaggio di “Freisen” cerca di rifarsi, ma riesce a rosicchiare soltanto due decimi da Tanak che ammette:

“Sto spingendo al massimo delle mie possibilità. Questo è certo.”

Dani Sordo intanto cerca di recuperare terreno, ma non è semplice. Riesce comunque a passare Esapekka Lappi nella generale portandosi così al 7° posto ad un distacco di oltre un minuto dai primi. Sebastièn Ogier ancora in difficoltà, ammettendo di avere qualche problema di gestione della sua Citroen. Il campione di Gap è ancora al 3° posto generale dopo dieci prove speciali con un distacco nell’ordine dei 30 secondi. Deve fare comunque attenzione all’inglese Kris Meeke, alle sue spalle per soli 3.2 secondi. Con l’ultimo passaggio di Romerstrabe, Thierry Neuville riesce a scucire 1.5 secondi a Ott Tanak, avvicinandosi così ulteriormente alla vetta. La classifica generale così come i distacchi rimangono pressochè invariati. Appuntamento alle 15.08 con l’Arena Panzerplatte!

CLASSIFICA GENERALE DOPO PS11

1. flag
8
Tänak Ott – Järveoja Martin
Toyota Yaris WRC tyre
RC1
M
1:28:15.4 109.3
2. flag
11
Neuville Thierry – Gilsoul Nicolas
Hyundai i20 Coupe WRC tyre
RC1
M
1:28:20.4 +5.0
+5.0
109.2
0.03
3. flag
1
Ogier Sébastien – Ingrassia Julien
Citroën C3 WRC tyre
RC1
M
1:28:45.7 +30.3
+25.3
108.7
0.19
4. flag
5
Meeke Kris – Marshall Sebastian
Toyota Yaris WRC tyre
RC1
M
1:28:49.4 +34.0
+3.7
108.6
0.21
5. flag
10
Latvala Jari-Matti – Anttila Miikka
Toyota Yaris WRC tyre
RC1
M
1:28:53.6 +38.2
+4.2
108.5
0.24
6. flag
89
Mikkelsen Andreas – Jæger Anders
Hyundai i20 Coupe WRC tyre
RC1
M
1:29:18.2 +1:02.8
+24.6
108.0
0.39
7. flag
6
Sordo Dani – del Barrio Carlos
Hyundai i20 Coupe WRC tyre
RC1
M
1:29:28.1 +1:12.7
+9.9
107.8
0.45
8. flag
4
Lappi Esapekka – Ferm Janne
Citroën C3 WRC tyre
RC1
M
1:29:29.9 +1:14.5
+1.8
107.8
0.46
9. flag
17
Katsuta Takamoto – Barritt Daniel
Toyota Yaris WRC tyre
RC1 1:32:26.6 +4:11.2
+2:56.7
104.3
1.56
10. flag
44
Greensmith Gus – Edmondson Elliott
Ford Fiesta WRC tyre
RC1
M
1:33:01.8
0:20
+4:46.4
+35.2
104.0
1.78

Copyright © Rally.it: puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale.