Damiano De Tommaso ©️ Fabrizio Buraglio

Damiano De Tommaso e Giorgia Ascalone sono i campioni IRC 2019. Questa la sentenza dopo il Rally città di Bassano che li ha visti trionfare e meritarsi il titolo.

Quella di Bassano era pronosticata una gara difficile, con tanti iscritti ed oltre ai volti noti dell’IRC affiancava i forti piloti locali e qualche incognita della Mitropa Cup.

Si parte subito con la sorpresa del ritiro di Eddie Sciessere, tra i favoriti con la Citroen DS3 WRC della PH Sport. La davanti tre WRC nell’ordine Sossella, Spagolla e Porro, tutte Ford Fiesta ed in scia un ottimo Damiano De Tommaso sulla Fabia R5 della Munaretto.

La seconda speciale vede protagonista Spagolla-Bardini per il crash contro una pianta, equipaggio ok ma la loro gara si ferma sulla ps 2, anche la Fiesta WRC di Costenaro si ritira. De Tommaso vince la prova e recupera la seconda posizione assoluta alle spalle di Sossella ma davanti a Paolo Porro, in lotta per il campionato.

Sulla ps 3 “Campo Croce” vince Porro che si impossessa della seconda posizione a solo 2″2 da Sossella.

Il primo giro di prove si chiude con la famosa “Valstagna” e Sossella di nuovo vincente. La ps caccia negli inferi Porro che mantiene la terza piazza ma ora ha 30″ di ritardo. Il primo giro vede dunque Sossella leader ma De Tommaso ha solo 10″ di ritardo poi Porro e l’ottimo Avbelj, che abbiamo già scoperto nel campionato sloveno ed ora passerà alla ribalta internazionale, quinto Alessandro Re su Polo R5.

Si riparte per il secondo giro con la “Cavalletto” prova in cui si ritira Porro che consegna il campionato nelle mani di De Tommaso. Non cambia nulla davanti se non Avbelj che sale a podio.

Sulla prova 6, “Colceresa” vince uno straordinario Avbelj su De Tommaso e Sossella. Siamo alla penultima prova a Campo Croce ed è qua che si decide la gara con Sossella che paga 3’30” e da addio ad ogni sogno di vittoria. Al comando passa il varesino De Tommaso che ha 34″ su Avbelj e 40″ su Re. Sossella precipita 13°.

Sulla Valstagna gloria per Alessandro Re che mantiene il terzo posto assoluto ma non riesce a scavalcare lo sloveno. E’ il momento dei festeggiamenti per Damiano e Giorgia che oltre a festeggiare la vittoria di questa prestigiosa gara, conquistano il titolo IRC 2019.

E’ forse Damiano la speranza azzurra su cui puntare e lanciare nel mondiale Rally, saltando lo Junior per buttarlo nella mischia del WRC2 ?

 

Copyright © Rally.it: puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale.